20 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Settembre 2021 alle 19:59:00

News Provincia di Taranto

Con i 40 Fingers si è concluso l’eco-festival di Martina Franca

foto di Con i 40 Fingers si è concluso l’eco-festival di Martina Franca
Con i 40 Fingers si è concluso l’eco-festival di Martina Franca

Terminata la prima edizione di Estensioni eco-music festival. “Tra uomo e natura un relazione fondata sulla bellezza”. Non è bastata la tanto attesa pioggia a fermare pubblico e artisti per l’ultima esibizione di Estensioni, con il concerto del gruppo triestino dei 40 Fingers che hanno suonato nella sala mongitura della Masseria Palesi.

L’organizzazione non si è arresa alle avverse condizioni metereologiche e, pur di offrire al pubblico il concerto finale dell’eco-festival, ha allestito in tutta sicurezza quella che un giorno era una stalla per ospitare le mucche. In pochissimo tempo, grazie alle capacità dello staff tecnico, la sala mungitura è stata trasformata in una rustica, ma accogliente, e soprattutto asciutta, venue. Si conclude così la prima edizione di Estensioni, l’eco-music festival della Valle d’Itria, fortemente voluto dagli assessorati al Turismo e all’Ambiente del Comune di Martina Franca e prodotto da Idea Show, sostenuto dalla Regione Puglia e dagli sponsor privati: Marangi Strumenti Musicali, Serveco, Miccolis spa.

“È tempo di ringraziamenti- commenta Gianfranco Palmisano, assessore al Turismo di Martina Franca- e i primi vanno innanzitutto agli artisti che hanno compreso lo spirito con cui abbiamo organizzato il festival. Abbiamo scelto musicisti che avevano già dimostrato di essere sensibili ai temi della sostenibilità e questa scelta ci ha premiato, come qualità della musica e come risposta dal pubblico. Grazie quindi a Magasin du Café e ai 40 Fingers. Un particolare ringraziamento va al maestro Ludovico Einaudi che ha concluso il suo tour nello jazzo delle Pianelle dando prestigio con le sue note alla nostra splendida riserva”.

“La riuscita dell’evento è stata determinata anche dalla partecipazione delle associazioni ambientaliste che fin da subito hanno compreso lo spirito del progetto. Grazie al circolo Legambiente Valle d’Itria, a Plastic Free e alla cooperativa Serapia” perché grazie alla loro passione e al loro know-how è stato possibile determinare una dimensione sostenibile del progetto. Con loro abbiamo progettato il decalogo e abbiamo compreso meglio come è possibile offrire eventi di qualità impattando il meno possibile sull’ambiente. Inoltre, in qualità di volontari, hanno reso un importante servizio al pubblico. La riuscita dell’evento è stata determinata anche dalla collaborazione di chi si è occupato della sicurezza, della protezione civile” commenta Valentina Lenoci, assessore all’Ambiente di Martina Franca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche