23 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 23 Settembre 2021 alle 10:41:00

foto di Il Pla2 riparte sotto la pioggia
Il Pla2 riparte sotto la pioggia

Una ripartenza in condizioni igienico-sanitarie precarie. E non solo. La protesta dell’Usb riguarda il reparto Produzione Lamiere (Pla2) del Siderurgico. «Ad ogni ripartenza le condizioni igienico-sanitarie, ma più in generale la gestione dei vari aspetti della vita lavorativa all’interno della fabbrica, sono tutt’altro che migliorati». Si legge in una nota dell’Usb che prosegue: «Inoltre, sulle strade percorse dai lavoratori all’interno della fabbrica ci sono carcasse di piccioni ed escrementi che, com’è noto, portano malattie. Ovvio che con le alte temperature, il tutto risulta insostenibile». «Le intemperie che hanno caratterizzato l’ultimo fine settimana hanno comportato, a causa del tetto del capannone da tempo ridotto ad un colabrodo e delle condotte pluviali fatiscenti, la caduta di acqua all’interno del reparto, su componenti elettrici.

Fortunatamente ciò non ha causato danni al personale. La fermata degli scorsi mesi avrebbe avuto un senso se il tempo fosse stato impiegato per fare investimenti mirati a proiettare nella maniera più opportuna l’acciaieria nel futuro». Il sindacato si rivolge «ai responsabili del Pla 2 affinché si preoccupino di raccogliere le segnalazioni dell’Usb». Tutto ciò in attesa di una convocazione dei tavoli ministeriali «per mettere fine a questo meccanismo tutt’altro che virtuoso, al momento anche avvallato da uno Stato che aumenta le percentuali limite di incidente rilevante ambientale, sanitario e infortunistico». E per «aprire un discorso diverso sui temi della sicurezza dei lavoratori».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche