20 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Settembre 2021 alle 21:58:00

News Provincia di Taranto

Caso D’Agostino, l’autopsia chiarirà il giallo

foto di Il luogo del rinvenimento del corpo di Francesco D’Agostino
Il luogo del rinvenimento del corpo di Francesco D’Agostino

MASSAFRA – Oggi la Procura conferirà l’incarico al medico legale Marcello Chironi per l’esame autoptico sul corpo del sessantenne Francesco D’Agostino, rinvenuto privo di vita, in una cava dismessa fra Massafra e Crispiano, dai militari della Compagnia di Massafra, attivati da personale della protezione civile – soccorso speleologico. I familiari avevano denunciato la sua scomparsa il 18 agosto scorso. Sul luogo del rinvenimento, sono stati rinvenuti una bicicletta, degli indumenti, un portafogli e un cellulare. Sono in corso indagini a tutto campo, anche di natura tecnica, da parte dei militari della Compagnia di Massafra e del Nucleo investigativo di Taranto per ricostruire la dinamica dell’accaduto. Su disposizione del sostituto procuratore, Antonio Natale che coordina le indagini, il cadavere verrà sottoposto ad autopsia nei prossimi giorni.

Le ricerche erano scattate dopo che l’uomo aveva lasciato la sua abitazione dove viveva con l’anziana madre, mercoledì 18 agosto a bordo della sua bicicletta. Da quel momento si erano perse completamente le sue tracce. I carabinieri della Compagnia di Massafra non hanno mai smesso di cercarlo insieme a Vigili del Fuoco, Polizia Locale e Protezione Civile. Francesco D’Agostino, ha fatto perdere le proprie tracce dopo aver fatto visita ad alcuni negozianti come era solito fare ogni giorno. In quelle ore frenetiche era scattato anche il piano provinciale di ricerca delle persone scomparse coordinato dalla Prefettura di Taranto. Tutto fino a sabato sera, quando il corpo senza vita del sessantenne è stato rinvenuto proprio nelle campagne di Massafra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche