21 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 21 Settembre 2021 alle 09:58:00

Cronaca News

Lavoratori dell’indotto senza stipendio, due giorni di sciopero

foto di Operai ex Ilva
Operai ex Ilva

Ancora problemi per i lavoratori dell’indotto del Siderurgico di Taranto. I dipendenti della Sudelettra hanno scioperato giovedì 2 settembre nelle ultime quattro ore del turno di lavoro e venerdì 3 settembre faranno altrettanto. Motivo dello sciopero, lamentano i lavoratori, è il mancato pagamento degli stipendi di luglio da parte dell’impresa. Il problema era già emerso qualche giorno fa, sia per la Sudelettra che per altre aziende. Infatti i sindacati avevano indetto lo stato di agitazione.

A distanza di alcuni giorni il problema è rimasto senza soluzione. Per questo i dipendenti hanno scioperato per alcune ore. «Stamattina (giovedì 2 settembre ndr) – dichiara Vincenzo Castronuovo della Fim Cisl – ho incontrato i responsabili dell’azienda che ci hanno fatto sapere che non sono in condizioni di pagare perchè sono a corto di liquidità in quanto sono in attesa di essere pagati da Acciaierie d’Italia». A quanto pare, Sudelettra sta effettuando interventi nella centrale elettrica dello stabilimento di Taranto. «La forza lavoro di Sudelettra non è numericamente rilevante – aggiunge Castronuovo – e se adesso siamo al punto che le aziende non sono in grado di assicurare le retribuzioni nemmeno ad un ridotto numero di dipendenti, allora davvero siamo messi male». «Ma soprattutto – sottolinea ancora il sindacalista della Fim Cisl – deve finire l’andazzo a cui abbiamo assistito finora, ovvero di aziende fornitrici che non pagano i lavoratori perchè non sono pagate a loro volta dal committente», conclude Castronuovo. Analoga situazione nei giorni scorsi si è verificata in un’altra azienda ma la quesione è stata risolta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche