20 Settembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 20 Settembre 2021 alle 17:50:00

foto di Emergenza Coronavirus
Emergenza Coronavirus

Ieri, lunedì 6 settembre, in Puglia sono stati effettuati 7.946 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 122 casi positivi: 10 in provincia di Bari, 2 nella provincia Bat, 0 in provincia di Brindisi, 35 in provincia di Foggia, 70 in provincia di Lecce, 1 in provincia di Taranto, 1 caso di residenti fuori regione, 3 casi di provincia in definizione. Sono stati registrati 2 decessi.

I casi attualmente positivi sono 4.297; 228 sono le persone ricoverate in area non critica, 22 sono in terapia intensiva. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 3.364.480 test; 264.905 sono i casi positivi; 253.884 sono i pazienti guariti; 6.724 sono le persone decedute. I 264.905 casi positivi sono così suddivisi: 97.614 nella provincia di Bari; 27.683 nella provincia Bat; 20.978 nella provincia di Brindisi; 46.674 nella Provincia di Foggia; 30.095 nella provincia di Lecce; 40.443 nella provincia di Taranto; 968 attribuiti a residenti fuori regione; 450 di provincia in definizione. Sono 5.481.810 le dosi di vaccino anticovid somministrate in Puglia (dato aggiornato alle ore 17 di ieri dal Report del Governo nazionale.

Le dosi sono il 91.1% di quelle consegnate dal Commissario nazionale per l’emergenza, 6.014.373). Continua la campagna vaccinale in Asl Taranto, con razionalizzazioni delle aperture degli hub e la possibilità, in diversi giorni della settimana, di poter accedere anche alla vaccinazione “a sportello”, ovvero senza prenotazione, per tutti i cittadini che abbiano già compiuto 12 anni (senza alcun limite superiore di età) e che potranno ricevere, fino a esaurimento delle scorte disponibili, la prima dose di vaccino oppure recuperare la seconda dose in caso di appuntamenti fissati nei giorni precedenti e non rispettati. Ad oggi, risultano oltre 750mila dosi somministrate dall’avvio delle vaccinazioni. Nell’open day di venerdì scorso, sono state vaccinate circa 4.500 persone, così suddivise: a Taranto, 600 presso l’hub Porte dello Ionio, 147 al PalaRicciardi e 1.092 all’Arsenale della Marina; in provincia, 527 a Ginosa, 449 a Grottaglie, 571 a Manduria, 491 a Martina Franca e 593 a Massafra.

Questa la situazione nelle altre Asl pugliesi. A Bari sono 19.510 le somministrazioni di vaccino anti Covid effettuate dal primo settembre ad oggi, di cui 7547 prime dosi e 11.963 seconde nei centri territoriali della Asl. Di queste 6.441 tra prime e seconde sono state dedicate ai giovani della fascia di età 12-19 anni, con l’obiettivo di metterli in sicurezza prima dell’avvio dell’anno scolastico. Un piano di azione – quello della Asl Bari – che ha coinvolto istituti scolastici e famiglie per informare e sensibilizzare alla vaccinazione fino a raggiungere oggi importanti risultati: il 77 per cento dei ragazzi ha infatti ricevuto almeno una dose di vaccino e il 46 per cento ha completato il ciclo vaccinale. Intanto tra la popolazione generale, over 12, residente in provincia di Bari, la percentuale di copertura con prima dose è salita all’86 per cento e ad oggi il 74 per cento ha terminato il ciclo completo di immunizzazione. Proseguono le vaccinazioni nella Asl di Brindisi: negli ultimi giorni sono state somministrate circa 3.000 dosi al giorno, di cui 1.000 prime dosi e 2.000 seconde dosi.

Dall’inizio della campagna vaccinale sono state somministrate circa 286.000 prime dosi e 241.000 seconde dosi. La copertura vaccinale della popolazione residente risulta quindi all’84% per la prima dose e al 71% per il ciclo completo. Sale a quota 80 per cento la percentuale di cittadini della provincia Bat che ha già ricevuto la prima dose di vaccino: sono 491.361 le dosi somministrate di cui 277.483 sono prime dosi e 213.878 seconde dosi. In particolare il 57 per cento dei cittadini di età compresa tra i 12 e i 19 anni ha ricevuto la prima dose; la percentuale sale al 73 per cento se si passa alla fascia 20-29. I cittadini tra i 30 e i 39 vaccinati sono il 71 per cento mentre quelli tra i 40 e i 49 anni vaccinati con almeno una dose sono il 77 per cento. Si sale poi all’89 per cento (cittadini tra i 50 e i 59 anni), al 94 per cento (cittadini tra i 60 e i 69 anni), al 96 per cento (cittadini tra i 70 e i 79 anni). 797.408 sono le somministrazioni effettuate in provincia di Foggia dall’avvio della campagna vaccinale.

Ad oggi ha ricevuto almeno una dose di vaccino l’81,3% delle persone di età superiore a 12 anni. Ha concluso il ciclo vaccinale il 66,4% degli over 12. Nel dettaglio, a ieri mattina, in provincia di Foggia, hanno già ricevuto la seconda dose: 36.444 ultraottantenni (pari all’88,1%) su 38.941 che hanno ricevuto la prima dose (pari al 94%); 47.907 persone di età compresa tra 79 e 70 anni (pari all’82,6%) su 54.134 che hanno ricevuto la prima dose (pari al 92,6%); 57.049 persone di età compresa tra 69 e 60 anni (pari al 76,1%) su 67.446 che hanno ricevuto la prima dose (pari all’89,4%); 66.274 persone di età compresa tra 59 e 50 anni (pari al 70,6%) su 77.358 che hanno ricevuto la prima dose (pari all’82%); 52.530 persone di età compresa tra 49 e 40 anni (pari al 59,3%) su 65.234 che hanno ricevuto la prima dose (pari al 72,6%); 39.316 persone di età compresa tra 39 e 30 anni (pari al 52,1%) su 50.802 che hanno ricevuto la prima dose (pari al 65,4%); 38.838 persone di età compresa tra 29 e 20 anni (pari al 51,2%) su 52.566 che hanno ricevuto la prima dose (pari al 67,1%); 20.558 giovani di età compresa tra 19 e 12 anni (pari al 38,8%) su 31.992 che hanno ricevuto la prima dose (pari al 59,3%).

I medici di medicina generale hanno somministrato in tutto 156.232 dosi di vaccino di cui 19.145 a domicilio. È andata avanti come di consueto anche nel fine settimana la campagna di vaccinazione antiCovid in provincia di Lecce. 4309 le vaccinazioni eseguite tra hub, centri sanitari e a cura dei Medici di medicina generale. La vaccinazione degli studenti di età compresa tra i 12 e i 19 anni prosegue con chiamata attiva da parte degli Istituti scolastici di appartenenza, 114 le vaccinazioni tra sabato e domenica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche