22 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2021 alle 16:57:00

Cronaca News

Il settore delle costruzioni corre veloce, ecco i dati

Ottimi i risultati delle compravendite residenziali. Nella sola provincia di Taranto 1.365 (+22,9%)

La conferenza stampa
La conferenza stampa di presentazione

L’accelerazione del settore edile non si è interrotta neppure durante l’estate. I dati divulgati giovedì in occasione della conferenza stampa di presentazione di Saie Bari 2021, la Fiera delle Costruzioni (dal 7 al 9 ottobre presso la Nuova Fiera del Levante) parlano chiaro: continuano a crescere tutti i principali indicatori, dal mercato immobiliare al numero di imprese attive agli interventi realizzati grazie al Superbonus 110%. Non si tratta solo di una boccata d’ossigeno dopo le difficoltà del 2020, ma anche di una crescita che si avvia a diventare strutturale e a rappresentare il fiore all’occhiello dell’economia pugliese. Per consolidare il momento occorre anche un luogo, un momento di incontro e condivisione, in cui i protagonisti del settore possano interpretare il presente dell’edilizia e coglierne le prospettive future. L’appuntamento di ottobre di Saie Bari, che mette insieme imprese, professionisti, istituzioni e associazioni, risponde proprio a questa necessità e rappresenta un’occasione fondamentale anche per tutto il tessuto produttivo della Puglia.

LE COMPRAVENDITE

«Sono ottimi i risultati delle compravendite residenziali. In tutta la regione, nel primo trimestre 2021 si sono registrate 9.829 compravendite, in aumento del +21,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno pre-Covid, il 2019. Lo stesso forte incremento si rileva in tutte le province analizzate: il capoluogo Bari è la città con il più alto numero di compravendite residenziali (in tutto 4.091, in aumento +16,1% sul I trim. 2019), seguita da Lecce (1.906, +36,6%), Foggia (1.532, +16,4%), Taranto (1.365, +22,9%) e Brindisi (935, +21,2%).

LE IMPRESE ATTIVE NEL SETTORE COSTRUZIONI

Un trend molto positivo, che si riflette anche sul numero di imprese attive nel settore costruzioni: nel secondo trimestre 2021 hanno toccato quota 40.073, in aumento del +4,2% rispetto allo stesso periodo del 2019. Anche stavolta, tutte le province fanno registrare il segno più: in cima c’è sempre Bari (14.946 imprese, +4,8% sul secondo trim. 2019), con al seguito Lecce (9.712, +3,7%), Foggia (6.471, +2,6%), Taranto (4.723, +6,3%) e Brindisi (4.221, +3,7%).

IL SUPERBONUS

A dare impulso alla ripresa sono stati certamente anche gli incentivi statali come il Superbonus 110%, che, come rilevato dai dati elaborati da Ance, a luglio e agosto si è confermato in crescita, sia per numero di interventi che per valore economico. Da quando è partita, la misura ha raggiunto 2.372 interventi, per un ammontare di quasi 326mln di euro, di cui oltre 133mln realizzati solo nei mesi di luglio e agosto. In questo contesto diventa fondamentale rendere sistemico il Superbonus con una proroga almeno fino al 2023. Saie dedicherà proprio al Superbonus 110% il convegno inaugurale, organizzato in collaborazione proprio con Ance, dal titolo “Stati Generali del Superbonus 110% e degli altri incentivi fiscali” e tanti altri momenti di approfondimento».
«La filiera sta finalmente vivendo un momento di forte crescita. È l’occasione che il sistema delle costruzioni aspettava da tempo e non va sprecata – ha dichiarato Ivo Nardella, presidente Gruppo Tecniche Nuove e Senaf. La crescita, se non è ragionata e non getta le basi per un rinnovamento del settore, è effimera. Abbiamo davanti tante sfide, come la sostenibilità e l’innovazione tecnologica, che richiedono competenza, coraggio e capacità di networking. Con la nuova edizione di Saie vogliamo accompagnare gli operatori del settore alla scoperta di tutte le novità più importanti, mostrandogli le tecnologie e le soluzioni che caratterizzeranno il futuro dell’edilizia e dell’impiantistica. Allo stesso tempo vogliamo offrire alle eccellenze del settore lo spazio di cui hanno necessità per farsi conoscere e crescere. Siamo orgogliosi di farlo, per la seconda volta dopo il successo del 2019, a Bari, un’autentica città del fare, con un’edizione che mette al centro ogni aspetto del costruire, dalla matita al cantiere fino al Bim».
«Siamo onorati di ospitare nuovamente il Saie, uno degli appuntamenti istituzionalmente più importanti nell’ambito delle fiere di settore italiane ed internazionali – ha commentato Alessandro Ambrosi, Presidente di Nuova Fiera del Levante. Bari torna ad essere la capitale italiana dell’edilizia e questo sottolinea il valore del nostro quartiere fieristico. Il Saie rappresenta per Nuova Fiera del Levante una importante occasione per andare incontro alle imprese del mercato del Centro-Sud Italia e del Mediterraneo aiutandole a crescere e ad essere competitive, ma anche a confrontarsi, fare networking e conoscere le nuove tendenze del mercato».
«Oggi abbiamo davanti una delle più grandi sfide per lo sviluppo del Paese, che può significare anche per il nostro settore invertire la rotta dopo tanti anni di crisi, grazie al Pnrr, che mette sul tavolo cospicui investimenti per le infrastrutture e i territori, e al Superbonus 110%, straordinaria leva di crescita che ha avuto una forte accelerazione anche nei mesi estivi – ha dichiarato Nicola Bonerba, Presidente di Ance Puglia. Ma bisogna fare di più, intervenendo immediatamente per far fronte alla carenza di materiali e di manodopera, altrimenti si rischia di bloccare la ripresa».
«Ospitare nuovamente una delle fiere di settore più importanti d’Italia qui a Bari è sicuramente un fatto positivo, per l’economia del territorio e per l’attrattività dell’hub fieristico della Fiera del levante che nonostante le difficoltà si sta dimostrando un polo per le fiere specializzate dinamico e propositivo – ha commentato il Vicesindaco del Comune di Bari Di Sciascio. Nel caso specifico del Saie parliamo di una manifestazione ormai di caratura internazionale che sceglie nuovamente Bari. Le costruzioni sono un asset fondamentale del nostro territorio e del Passe, con un peso importante anche in termini di lavoratori impegnati. Se In questi anni il settore ha attraversato periodi difficili, in molti casi ha risposto innovando materiali e processi produttivi dimostrando una notevole resilienza. Sempre di più l’edilizia dovrà guardare alla sostenibilità e alla innovazione tecnologica come elementi fondamentali di uno sviluppo virtuoso. È importante ribadire anche che le amministrazioni stanno compiendo uno sforzo ulteriore su questo fronte, dotandosi si strumenti di pianificazione che permettano di tenere insieme la legittima propensione alla crescita con la tutela del paesaggio e la salvaguardia del territorio, utilizzando procedure che favoriscono la riqualificazione dell’esistente rispetto alle nuove edificazioni. Il Saie quindi, rappresenta un luogo ideale per confrontarsi su questi temi, sapendo che le sfide dei prossimi anni si vinceranno non solo con le indispensabili risorse del Pnrr, ma con la Formazione, la creatività e l’innovazione».
La conferenza stampa di presentazione della nuova edizione di Saie a cui hanno partecipato Eugenio Di Sciascio – Vicesindaco Comune di Bari, Ivo Nardella – Presidente Gruppo Tecniche Nuove – Senaf, Alessandro Ambrosi – Presidente Nuova Fiera del Levante, Nicola Bonerba – Presidente Ance Puglia, Braccio Oddi Baglioni – Vicepresidente Federcostruzioni ed Emilio Bianchi – Direttore Generale Senaf/Saie, è stata un’occasione, oltre che per capire lo stato dell’arte della filiera con gli ultimi dati, anche per conoscere i temi che animeranno gli oltre 100 appuntamenti formativi di Saie Bari 2021. Il Superbonus 110% e gli altri incentivi saranno dunque protagonisti della fiera, insieme al Pnrr e ai trend del settore, come l’innovazione tecnologica e la sostenibilità, in una manifestazione che parte dai tre pilastri stessi del costruire – progettazione, edilizia, impianti. L’edizione pugliese di Saie, con il suo format innovativo che unisce formazione ed esposizione, può contare già su 250 aziende, oltre che sulla partecipazione di oltre 40 associazioni che sostengono l’evento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche