24 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Ottobre 2021 alle 10:28:00

News Provincia di Taranto

La scomparsa del sindaco Minò

Camera ardente allestita in municipio. I funerali in piazza

Il sindaco di Avetrana Antonio Minò
Il sindaco di Avetrana Antonio Minò

Camera ardente in municipio e funerali in piazza per il sindaco Antonio Minò. Accolta con gli onori la salma del primo cittadinmo, deceduto ieri mattina nell’ospedale di San Giovanni Rotondo dopo tre mesi di sofferenze per gli esiti dell’infezione da coronavirus.
I funerali saranno celebrati oggi 18 settembre, alle ore 17, in piazza Vittorio Emanuele.

La giunta comunale presieduta dal vicesindaco Alessandro Scarciglia, ha proclamato per oggi il lutto cittadino. Il sindaco Antonio Minò era stato trasferito all’ospedale di San Giovanni Rotondo dalla rianimazione di Manduria. Aveva contratto il coronavirus ad aprile scorso e da allora non aveva mai lasciato l’ospedale. Prima ricoverato in medicina al “Giannuzzi” e da lì trasferito nella rianimazione Covid. Le complicanze cardiache e respiratorie avevano debilitato fortemente il suo fisico.

“Con grande dolore ho appreso della scomparsa del sindaco di Avetrana Antonio Minò- ha affermato il presidente della Provincia, Giovanni Gugliotti- una persona di grande umanità, che ha dedicato gran parte della sua vita al prossimo e alla sua amata Avetrana, impegnandosi con alto impegno civico. La sua scomparsa, causata dalla pandemia contro la quale combattiamo, è un dolore per l’intera terra ionica, che perde un uomo per bene e un protagonista della vita amministrativa e politica. Esprimo il profondo cordoglio dell’intera Amministrazione Provinciale ai familiari ed alla comunità di Avetrana”. Il cordoglio di Forza Italia con una nota del coordinatore provinciale Vito De Palma. Ecco il testo: “L’incredibile e doloroso calvario dell’amico Antonio Minó, sindaco di Avetrana, è giunto purtroppo al termine nel peggiore dei modi. La sua scomparsa ci addolora profondamente e desideriamo esprimere la più sentita vicinanza alla sua famiglia e all’intera comunità avetranese. Contagiato dal covid, Minó aveva affrontato lunghi mesi di ricovero in ospedale con grande forza d’animo. Ricordiamo la strenua battaglia delle figlie per garantirgli cure adeguate in un momento estremamente delicato e caotico come è stato quello dell’emergenza pandemica nella fase più acuta. E vogliamo ricordare l’impegno politico e amministrativo che il sindaco Minó non ha mai fatto mancare, per il bene della sua gente e della sua terra.
Forza Italia lo ricorda con stima e affetto, porgendogli con deferenza l’estremo saluto”.

“Siamo addolorati per la morte di Antonio Minò. Il sindaco di Avetrana è stato un uomo generoso, con un grande senso dell’umanità e dell’impegno politico, un interlocutore attento e prezioso per la nostra organizzazione e, più in generale, per il mondo dell’agricoltura. Nel rendergli l’ultimo saluto, esprimiamo il nostro più sincero cordoglio ai suoi cari e alla Comunità di Avetrana”. Con una nota stampa, Cia Agricoltori Italiani della Puglia e la sua declinazione provinciale di Cia Due Mari hanno voluto ricordare Antonio Minò.

Aveva 61 anni e ancora moltissimo da dire sul piano della passione politica e dell’impegno per la propria Comunità – ricorda la nota stampa diramata da Cia – Il nostro pensiero va innanzitutto alla moglie e alle sue due figlie alle quali esprimiamo le nostre condoglianze.
Oggi perdiamo un uomo e un politico di valore, capace di ascoltare, e col quale avevamo condiviso tante battaglie in favore degli agricoltori e per rilanciare un comparto che, ad Avetrana e in tutto il Tarantino, può e deve essere motore di sviluppo e di lavoro”. “La morte del sindaco di Avetrana Antonio Minò ci addolora e ci lascia attoniti- si legge in una nota del presidente di Confagricoltura Taranto, Luca Lazzàro- – Antonio Minò era un uomo del fare, un sindaco sensibile alle istanze dei suoi cittadini e attento al mondo agricolo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche