16 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Ottobre 2021 alle 16:30:00

foto di Il sindaco Melucci a Pediatria, dove c’è “lezioni in corsia”
Il sindaco Melucci a Pediatria, dove c’è “lezioni in corsia”

Anche in ospedale la scuola riparte in presenza, grazie al protocollo d’intesa sottoscritto da Comune di Taranto, Asl Taranto e Ufficio Scolastico Regionale. Il sindaco Rinaldo Melucci e l’assessore alla Pubblica Istruzione Deborah Cinquepalmi sono stati accolti nel reparto di Pediatria e Oncoematologia Pediatrica dal suo direttore Valerio Cecinati e dalla direttrice del presidio ospedaliero centrale Ss Annunziata, per salutare l’avvio delle lezioni in corsia, grazie al lavoro delle tre docenti incaricate dall’Ust, rappresentato dal dirigente dell’Ufficio VII dell’ambito territoriale di Taranto, Vito Alfonso.

«Il lavoro che compiono donne e uomini di questo reparto è un esempio commovente di abnegazione – ha commentato il primo cittadino –, accanto a loro ci sono ora anche i docenti. che si misureranno con un “servizio” che andrà ben oltre la professione. Per questo abbiamo sostenuto sin dall’inizio il progetto della scuola in ospedale, perché eravamo coscienti di garantire un diritto inalienabile, anche nelle condizioni più difficili. Buon anno scolastico ai nostri ragazzi, lavoreremo affinché questo sostegno possa continuare anche nei periodi di dimissione». «Per i bambini ricoverati, o che effettuano delle terapie in ospedale, e per i loro genitori – ha affermato Cecinati – poter studiare significa avere un momento di normalità e anche di speranza. Oltre a garantire ai piccoli il diritto a conoscere e apprendere in ospedale, nonostante la malattia, e garantire una continuità didattica, studiare è anche un valido aiuto psicologico per affrontare le malattie».

«La scuola non viene trascurata e la scuola non trascura i bambini e i ragazzi ricoverati o che effettuano le terapie in ospedale – ha aggiunto Alfonso –, a loro, che mi sono già sembrati ben disposti ed entusiasti dell’avvio dell’anno scolastico, faccio i miei migliori auguri. Da parte nostra viene garantita la massima disponibilità per permettere lo svolgimento di questo servizio nel migliore dei modi; anche ai medici del reparto diamo ampia assicurazione che siamo a disposizione in qualsiasi momento per ogni necessità che possa occorrere». Con la partenza ufficiale dell’anno scolastico in Puglia, il sindaco Rinaldo Melucci, accompagnato dall’assessore alla Pubblica Istruzione Deborah Cinquepalmi, ha quindi voluto portare il saluto dell’amministrazione a tutti gli studenti tarantini, visitando l’istituto comprensivo “Martellotta”.

Gli studenti hanno riservato al primo cittadino una calorosa e colorata accoglienza, anche attraverso alcune dimostrazioni pratiche dei vantaggi didattici portati dal progetto “@ula 3.0”, un investimento dell’amministrazione Melucci da oltre 1 milione di euro per tablet e monitor touch che hanno consentito la digitalizzazione di tutte le classi di secondaria di primo grado. «Siamo molto emozionati – le parole del primo cittadino ai ragazzi –, perché dopo un periodo difficile siamo qui per dimostrarvi quanto siete importanti: tutto quello che facciamo, infatti, è mirato a farvi trovare una città migliore. Siamo fiduciosi, questo sarà un bell’anno scolastico e noi continueremo a offrire il nostro sostegno all’attività didattica, come fatto con “@ula 3.0”, un progetto dalla portata enorme del quale oggi, con la scuola tornata in presenza, riusciamo a cogliere pienamente le potenzialità».

L’IMPEGNO DI KYMA MOBILITÀ
Intanto, Kyma Mobilità è pronta a fare la sua parte per il ritorno a scuola degli studenti in sicurezza, con circa 50 nuove corse che andranno a potenziare ulteriormente il servizio degli autobus della Società partecipata del Comune di Taranto. Il programma (dettaglio su www.amat.taranto.it) prevede, durante gli orari di maggiore flusso degli studenti, sia il potenziamento di linee esistenti, sia l’attivazione di nuove “corse scolastiche” da/per la città sulle principali direttrici: Paolo VI, Statte, Lama e i capolinea di Pezzavilla, Saturo/Leporano e Sanarica/San Donato.

«Il nuovo orario elaborato da Kyma Mobilità – ha commentato l’assessore alle società partecipate Paolo Castronovi – permetterà agli autobus di Kyma Mobilità, anche se in questo periodo devono viaggiare al 80% della capienza, di gestire adeguatamente il flusso degli studenti dei comuni limitrofi per/da Taranto, nonché quello dei ragazzi tarantini verso gli istituti scolastici. Ora chiediamo la collaborazione delle famiglie che dovranno spiegare ai figli come usare i mezzi pubblici: evitare assembramenti alle fermate disponendosi in fila, indossare la mascherina e igienizzarsi le mani, ricordo che su ogni mezzo è installato un dispenser per il gel igienizzante. Tutti insieme possiamo limitare il contagio e consentire ai nostri ragazzi di tornare finalmente a scuola!»

«In occasione del ritorno a scuola degli studenti, Kyma Mobilità – ha annunciato il presidente Giorgia Gira – ha attivato alle principali fermate degli autobus un “servizio di cortesia” che vede i nostri ausiliari della sosta, tutti dotati di Dispositivi di Protezione Individuale a norma, consigliare ai ragazzi come utilizzare i mezzi e, inoltre, vendere i biglietti a chi ne è sprovvisto, in quanto la normativa anti Covid-19 vieta di venderli a bordo dei mezzi; ringrazio fin d’ora tutto il personale di Kyma Mobilità che, ne sono sicura, saprà dimostrare anche in questa occasione professionalità e spirito di appartenenza all’azienda». Kyma Mobilità ricorda agli studenti e alle loro famiglie che, nell’ambito del programma di “smaterializzazione” dei propri servizi, già da mesi è possibile sottoscrivere l’abbonamento o rinnovarlo on line sul sito www.amat.taranto.it o con l’App “Kyma”; in questo modo, oltre ad evitare di doversi recare di persona all’Ufficio Vendite di Via D’Aquino, sarà possibile conservare la tessera personale e l’abbonamento direttamente sullo smartphone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche