22 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2021 alle 17:59:00

Cronaca News

Casi e vaccini, i numeri della Puglia

foto di Vaccinazioni anti-covid al Porte dello Jonio
Vaccinazioni anti-covid al Porte dello Jonio

Nelle ultime 24 ore in Puglia sono stati registrati 110 nuovi casi di coronavirus su 14.436 tamponi eseguiti. Registrato anche un decesso. Questa la suddivisione dei casi per provincia: Bari 13, Bat 15, Brindisi 12,Foggia 19, Lecce 47, Taranto 17, Residenti fuori regione: 1, Provincia in definizione: -14. Attualmente risultano 3.125 persone positive; 196 ricoverati in area non critica e 22 in te-rapia intensiva. Dall’inizio della pandemia sono stati registrati 267.371 casi totali su 3.560.688 di test eseguiti; 257.481 le persone guarite e 6.765 i decessi in Puglia. Questa la suddivisione dei casi per provincia: Bari 98.211, Bat 28.004, Brindisi 21.201, Foggia 47.040, Lecce 30.793, Taranto 40.669, residenti fuori regione 991, provincia in definizione 462.

Continua la campagna vaccinale in Asl Taranto. Le somministrazioni effettuate negli hub vaccinali del territorio ionico lunedì pomeriggio sono state 1198 dosi, così suddivise: 215 all’Arsenale di Taranto, 669 presso l’hub di Porte dello Jonio in modalità drive through, 131 a Grottaglie, 63 a Massafra e 120 a Martina Franca. Ieri, invece, open day con hub accessibili senza prenotazione: le dosi somministrate sino alle 14 sono state 3321, così suddivise. A Taranto, 654 all’hub dell’Arsenale e 604 alla Svam; in provincia, 451 a Grottaglie, 324 a Martina Franca, 376 a Manduria, 525 a Massafra, 387 a Ginosa. Prosegue anche la somministrazione della terza dose ai fragili, come da disposizione regionale. Ieri mattina hanno ricevuto la dose addizionale 50 pazienti dializzati del Ss Annunziata e 25 presso il presidio di Manduria. Sono 5.696.776 le dosi di vaccino anticovid somministrate in Puglia (dato aggiornato alle ore 06.00 di ieri dal Report del Governo nazionale. Le dosi sono il 89.4% di quelle consegnate dal Commissario nazionale per l’emergenza, 6.369.157).

Questo il quadro nelle altre Asl pugliesi: la campagna vaccinale della Asl di Bari continua la sua corsa verso l’immunizzazione della popolazione contro il Covid. Il primo importante obiettivo di copertura di comunità è quello raggiunto nella città di Bari, dove nove cittadini su dieci di età superiore ai 12 anni hanno già fatto la prima dose di vaccino anti-Covid e otto su dieci sono vaccinati totalmente. Lo confermano i dati elaborati dal Controllo di Gestione della Asl: nel dettaglio a Bari città sono esattamente 256.747 su circa 286.000 vaccinabili – pari al 90% – i vaccinati con prima dose e l’80% degli stessi risulta “coperto” completamente. Stando sempre alla elaborazione del Controllo di gestione, l’88 per cento della popolazione vaccinabile residente nei 41 comuni della provincia di Bari ha ricevuto almeno una dose di vaccino e il 78 per cento ha terminato il ciclo vaccinale completo. Intanto nei punti vaccino territoriali e – dal 20 ottobre anche in quelli ospedalieri impegnati con la somministrazione delle terze dosi “addizionali” per i fragili – nelle ultime 24 ore sono effettuate, 2629 somministrazioni, di cui 1.411 prime dosi, 115 seconde e 103 terze dosi che hanno riguardato pazienti immunocompromessi.

Soltanto nell’hub Fiera del Levante sono state registrate in una giornata 942 iniezioni. Proseguono le vaccinazioni nella Asl di Brindisi. Oggi, mercoledì 22 settembre, al PalaVinci, nel capoluogo, sono in programma le terze dosi per i pazienti oncologici, mentre il 26, nello stesso centro è in calendario un nuovo appuntamento dedicato ai pazienti nefropatici, dopo la sessione del 20 settembre. Nella giornata di oggi saranno aperti i centri di Bozzano a Brindisi, il palazzetto dello sport di Ceglie Messapica, Conforama a Fasano, la struttura tensostatica di Oria e la scuola primaria di San Donaci. Tutti i centri vaccinali saranno attivi dalle 14.30 alle 20 tranne quello di Fasano aperto dalle 14.30 alle 21. Nella Asl Bt, presso il punto vaccinale realizzato all’interno dell’ospedale Dimiccoli di Barletta, continua la somministrazione della terza dose ai soggetti fragili così come individuati dalle diverse unità operative. Con una media di 50 pazienti al giorno l’obiettivo è quello di raggiungere quanto prima l’immunizzazione dei pazienti che sulla scorta delle loro fragilità hanno ricevuto per primi entrambe le dosi di vaccino. Intanto negli hub continua la somministrazione delle prime e delle secondi dosi di vaccino: da segnalare la crescita numerica dei giovani tra i 12 e i 19 anni che in questi giorni stanno approfittando delle aperture a sportello a loro dedicate per ricevere il vaccino.

La quota di giovani con la prima dose è del 75 per cento mentre sale a al 47 per cento la percentuale dei giovani che hanno completato il ciclo vaccinale. Continuano, secondo programmazione, anche le somministrazioni delle terze dosi alle persone immunocompromesse della provincia di Foggia. A ieri mattina sono 125 le persone che hanno ricevuto la dose addizionale nei centri specialistici del territorio. Continuano, contemporaneamente, le attività presso gli hub della provincia e ad opera dei medici di medicina generale. Sono 828.786 le somministrazioni effettuate in provincia di Foggia dall’avvio della campagna vaccinale. Ad oggi ha ricevuto almeno una dose di vaccino l’83,5% delle persone di età superiore a 12 anni.

Ha concluso il ciclo vaccinale il 69,7% degli over 12. Nel dettaglio, a ieri mattina, in provincia di Foggia, hanno già ricevuto la seconda dose: 36.633 ultraottantenni (pari all’88,6%) su 39.027 che hanno ricevuto la prima dose (pari al 94,2%); 48.225 persone di età compresa tra 79 e 70 anni (pari all’83,1%) su 54.541 che hanno ricevuto la prima dose (pari al 93,3%); 57.750 persone di età compresa tra 69 e 60 anni (pari al 77%) su 68.132 che hanno ricevuto la prima dose (pari al 90,3%); 67.854 persone di età compresa tra 59 e 50 anni (pari al 72,2%) su 78.679 che hanno ricevuto la prima dose (pari all’83,3%); 55.006 persone di età compresa tra 49 e 40 anni (pari al 61,7%) su 67.242 che hanno ricevuto la prima dose (pari al 74,6%); 42.566 persone di età compresa tra 39 e 30 anni (pari al 55,5%) su 53.322 che hanno ricevuto la prima dose (pari al 68%); 43.526 persone di età compresa tra 29 e 20 anni (pari al 56,4%) su 55.302 che hanno ricevuto la prima dose (pari al 69,8%); 25.587 giovani di età compresa tra 19 e 12 anni (pari al 48,1%) su 35.375 che hanno ricevuto la prima dose (pari al 65,6%). I medici di medicina generale hanno somministrato in tutto 157.151 dosi di vaccino di cui 19.227 a domicilio. In provincia di Lecce l’82,86% della popolazione dai 12 anni in su ha ricevuto una dose di vaccino e il 72,27% ha completato la vaccinazione.

3000 le vaccinazioni effettuate nella giornata di lunedì tra hub, centri sanitari e a cura dei Medici di medicina generale: 231 nella Struttura Operativa Territoriale della Protezione Civile di Campi Salentina, 201 nel Complesso Euroitalia di Casarano, 278 nel PTA di Gagliano del Capo, 72 nel Centro Polivalente Comunale di Galatina, 170 nella Palestra del Liceo Scienze Umane “Q. Ennio” di Gallipoli, 290 nel Museo Sigismondo Castromediano di Lecce, 451 nella Caserma Zappalà di Lecce, 223 nella Rssa comunale di Martano, 202 nello Stabile Zona Industriale di Nardò, 165 nel Centro aggregazione giovanile di Spongano, 72 nell’edificio Comunale “Mercato delle Idee” di Muro Leccese, 98 nel Poliambulatorio di Otranto, 146 nel Dea Fazzi, 55 dai Medici di medicina generale e oltre 236 agli studenti di età compresa tra i 12 e i 19 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche