26 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Ottobre 2021 alle 15:57:00

foto di Tifosi allo stadio
Tifosi allo stadio

Ferimento allo stadio: la Polizia di Stato ha notificato tre Daspo. Al termine delle indagini sulla rissa avvenuta lo scorso 13 settembre all’interno dello stadio Iacovone in occasione dell’incontro di calcio Taranto-Palermo, gli agenti della Digos hanno notificato il provvedimento di Daspo a tre persone coinvolte, a vario titolo, nel violento episodio. Come ricostruito dagli investigatori, un tifoso tarantino, nel corso di una zuffa avvenuta in curva nord, aveva accoltellato un altro supporter, provocandogli delle ferite al gluteo destro.

L’accoltellatore, un quarantunenne già noto alle forze dell’ordine, era stato rintracciato nelle ore immediatamente successive all’episodio ed arrestato per rissa, lesioni personali, porto e detenzione abusiva di arma da taglio, con l’aggravante di aver commesso il fatto in occasione di un evento sportivo. Il quarantunenne era già conosciuto alle forze di polzia perché in occasione dell’incontro di calcio Casarano-Taranto del settembre del 2019, era stato denunciato per il reato di lancio di materiale pericoloso, scavalcamento ed invasione di campo e per possesso di artifizi pirotecnici in occasione delle manifestazioni sportive ed era stato destinatario del provvedimento di Daspo per un anno emesso dal Questore di Lecce. I poliziotti, ricostruendo minuziosamente la zuffa avvenuta durante la partita Taranto-Palermo erano riusciti a rintracciare sia uno dei partecipanti alla rissa che aveva sferrato un pugno all’indirizzo dell’arrestato, sia il ferito che, nella stessa serata, si era rifugiato in una struttura alberghiera situata in provincia di Potenza.

Quest’ultimo si era anche fatto suturare la ferita senza ricorrere alle cure di una struttura ospedaliera. Pertanto, in considerazione di quanto accaduto, sintomatico del la circostanza che lo stesso possa provocare turbative per l’ordine e la sicurezza pubblica, il Questore di Taranto, Giuseppe Bellassai, ha emesso nei suoi confronti il provvedimento di Daspo per la durata di cinque anni, con l’obbligo di firma prima e dopo l’inizio degli incontri di calcio, in casa e fuori casa, del Taranto Calcio. Nei confronti delle altre due person identificate quali partecipanti alla rissa in curva nord, il questore Bellassai ha emesso il provvedimento di Daspo della durata di tre anni. Hanno l’obbligo di firma prima e dopo l’inizio degli incontri di calcio, in casa e fuori casa, del Taranto Calcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche