16 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Ottobre 2021 alle 06:40:22

foto di Due sfide ravvicinate per il Taranto
Due sfide ravvicinate per il Taranto

Il Taranto ha inaugurato ieri pomeriggio la classica settimana di preparazione che precederà la prima di due sfide casalinghe consecutive ed incastonate in un arco cronologico esiguo, ovvero quella con il La-tina, in programma domenica prossima alle ore 14.30. Come noto, la gara è stata inserita nel carnet satellitare di Sky Sport: sarà trasmessa in diretta sul canale 256, in contemporanea con la proiezione in streaming garantita dalla piattaforma esclusivista Eleven Sports. Successivamente, in occasione del turno infrasettimanale in calendario mercoledì 29 settembre, i rossoblu calcheranno nuovamente il prato dello stadio Iacovone per affrontare il Monterosi Tuscia, in un match anticipato di mezz’ora rispetto alla tabella di marcia (fischio d’inizio fissato alle 17.30).

L’organico ionico, intanto, è depauperato di due pedine: nella tarda mattinata di ieri, infatti, Lorenzo Longo e Giuseppe Faiello hanno rescisso consensualmente i rispettivi contratti stipulati con il sodalizio rossoblu lo scorso luglio. Ad annunciarlo è stato lo stesso club attraverso nota stampa: “Il Taranto FC 1927 comunica di aver trovato l’accordo per la risoluzione consensuale con i calciatori Lorenzo Longo e Giuseppe Faiello. La società desidera ringraziare Lorenzo e Giuseppe per il lavoro svolto e la professionalità fin qui dimostrata con la maglia rossoblù ed augura loro un grosso in bocca al lupo per il prosieguo della carriera”. Inaspettato in particolar modo il distacco da Lorenzo Longo, uno dei primi acquisti suggellati durante la campagna estiva di mercato: invocato come elemento d’esperienza e di peculiarità tattica per rinnovare il centrocampo ed ispirare soluzioni eclettiche, l’ex protagonista del vivace campionato disputato a Lavello era stato avvolto da un alone di mistero a causa del mancato impiego nelle recenti esibizioni. Assenze causate probabilmente da una condizione fisico-atletica non ottimale, retaggio di un infortunio incassato durante il ritiro.

In occasione delle prime due gare del campionato, Longo era stato artefice di altrettante prestazioni piuttosto offuscate: nell’esordio contro la Turris, aveva agito nella veste insolita di esterno destro del tridente offen-sivo, mentre a Campobasso era stato ripristinato nel ruolo a lui più consono di laterale mancino in un centrocampo sempre ossequioso dell’impianto tattico del 4-3-3. Giudizio sospeso e senso dell’attesa, annullato dalla decisione condivisa ieri: Longo aveva firmato per due stagioni agonistiche ed avrebbe portato in dote un buon rodaggio in serie C maturato attraverso le militanze nelle fila di Andria, Akragas, Bari, Melfi, Paganese, Matera. Lorenzo Longo, classe ’94 e stimato da mister Laterza, era stato uno degli artefici della marcia trionfale dell’Ischia affidata a Campilongo nel campionato 2012-13, coincidente con l’amaro declassamento del Taranto in LND; l’anno scorso aveva collezionato 30 presenze, 10 reti ed 8 assist nel Lavello di Karel Zeman, in precedenza si era distinto a Cerignola (gli ofantini lo corteggiano per un ritorno). Meteora ingiudicabile è invece Giuseppe Faiello, epurato dalla lista insieme con Mastromonaco: ingaggiato dal Real Agro Aversa, napoletano classe ’97, Faiello avrebbe potuto operare sulla corsia destra, come terzino oppure esterno avanzato di contenimento. Il Taranto avrebbe rappresentato il suo debutto nel professionismo, dopo il bagaglio di competenze acquisito in D anche con le casacche di Roccella, Anzio e Nocerina.

Non confortano le notizie pervenute dall’infermeria rossoblu: Diaby e Versienti abdicheranno sicuramente dalla prossima partita con il Latina. “Aboubakar Diaby , uscito dopo pochi minuti dal suo ingresso in campo durante il match contro la Paganese, ha riportato un trauma distorsivo al ginocchio destro- si legge nel bollettino medico- Leandro Versienti, a seguito degli esami clinici e della visita specialistica effettuata con la dottoressa Annarita Fraccascia, ha riportato un’infiammazione della fascia plantare”. Versienti non era stato convocato per la trasferta di Pagani a causa di un guaio muscolare rimediato durante le esercitazioni. Diaby, invece, sarà sottoposto ai rituali test strumentali al fine di valutare l’entità del danno all’articolazione: ieri è stato visitato dal professor Andrea Mocci. Entrambi i calciatori si stanno dedicando al programma personalizzato di riabilitazione presso il Medical Center. Il resto dell’equipe ionica ha effettuato ieri pomeriggio la seduta di ripristino delle energie: sul sintetico del campo B sono stati svolti esercizi di mobilità, lavoro tecnico ed aerobico ed una sgambatura a spazio ridotto. A collaudare tutto è stato il vice allenatore Lentini, insieme con il suo staff: Giuseppe Laterza è nuovamente impegnato a Coverciano per la seconda sessione di lezioni propedeutiche al conseguimento del patentino Uefa A.

Oggi è in agenda una doppia razione di esercitazioni. A dirigere Taranto-Latina è stato designato Sajmir Kumara della sezione di Verona. L’arbitro sarà coadiuvato dagli assistenti Giorgio Ravera (Lodi) e Mattia Regattieri (Finale Emilia), mentre il ruolo di quarto ufficiale è stato affidato a Fabrizio Ramondino di Palermo. Si è pronunciato anche il giudice sportivo di Lega Pro: nessuna sanzione di rilievo a carico del Taranto, del quale sono state registrate le prime ammonizioni per Ferrara ed Italeng, mentre le seconde infrazioni sono appannaggio dei difensori Riccardi e Benassai. Per quel che concerne il Latina, torna ad accomodarsi in panchina il tecnico Daniele Di Donato, assente in occasione del pareggio interno col Foggia perché squalificato in seguito a reiterate espressioni blasfeme pronunciate nel corso del match con l’Avellino. Alessandra Carpino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche