24 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Ottobre 2021 alle 10:28:00

Cronaca News

S. Francesco e Dante custodi e promotori della bellezza

La Concattedrale di Taranto
La Concattedrale di Taranto

Una serata all’insegna della bellezza e dell’armonia, aperta alla partecipazione della cittadinanza. Ad organizzarla l’Arcidiocesi, l’Università Lumsa ed il Comune di Taranto, su proposta del Club per l’Unesco di Taranto e in collaborazione con l’Associazione Marco Motolese e l’Associazione artistico culturale musicale Armonie.

L’evento “San Francesco e Dante custodi e promotori della bellezza”, organizzato nell’ambito delle iniziative dedicate al “Tempo del Creato” e in occasione dei settecento anni dalla morte di Dante Alighieri, avrà luogo oggi, venerdì 24 settembre, a partire dalle 18.00 in Concattedrale. Parteciperanno relatori d’eccezione: la professoressa Josè Minervini, presidente dell’associazione “Dante Alighieri” di Taranto, e padre Edoardo Scognamiglio, direttore del Centro studi francescani per il dialogo interreligioso e le culture. Interverranno, inoltre, la professoressa Carmen Galluzzo Motolese, consigliere comunale con delega ai Rapporti con le confessioni religiose e le istituzioni culturali, nonché presidente del Club per l’Unesco di Taranto, e il coordinatore delle attività accademiche della Lumsa di Taranto don Antonio Panico. Le conclusioni sono affidate a monsignor Filippo Santoro, arcivescovo di Taranto.

Nel corso della serata si svolgerà anche la cerimonia di consegna dei premi dell’edizione 2019-2020 – che era stata rinviata a seguito della normativa anti Covid – del concorso “Custodia del Creato. Una responsabilità di tutti tra grandi scelte e piccoli gesti quotidiani”, promosso dalla Commissione diocesana per la Custodia del Creato, dall’Ufficio per i Problemi sociali e Lavoro, Giustizia, Pace e Custodia del Creato e dall’Ufficio diocesano Educazione – Scuola – Irc – Università di Taranto. Il premio verrà consegnato per la scuola Primaria all’istituto comprensivo “Renato Frascolla” di Taranto, per la scuola superiore di primo grado all’istituto comprensivo “Francesco Severi” di Crispiano e per la scuola superiore di secondo grado alla 3A Scienze umane del liceo “Vittorino da Feltre” di Taranto.

La docente Alda Quero dell’istituto comprensivo “Alessandro Manzoni” di Lizzano è, invece, la vincitrice del premio “Fedeltà al concorso”. Quest’anno non verrà consegnato il premio alla Scuola dell’Infanzia poiché per i bambini della fascia di età 3-5 anni non è stato possibile durante il lockdown realizzare alcun elaborato. L’edizione 2020-2021 del concorso, a causa della pandemia, non è stata rivolta alle scuole, ma ha visto protagonisti gli studenti della Lumsa ed i ragazzi impegnati nella Pastorale giovanile diocesana. Questi i vincitori: la dottoressa Sara Baccaro per la Lumsa e il Clan Taranto 15 (parrocchia San Nunzio Sulprizio). La serata sarà, infine, allietata dagli intermezzi musicali, eseguiti da Arianna Latartara (violino) e Vincenzo Zecca (chitarra) e dalle letture scelte di Roberta Palazzo e Pierluca Turnone, coordinatori del gruppo costituito dai giovani per l’Unesco di Taranto, dagli studenti dell’Università Lumsa di Taranto e del Dipartimento Jonico dell’Università di Bari “Aldo Moro”. La partecipazione all’evento degli alunni frequentanti le scuole superiori sarà premiata da un credito scolastico formativo rilasciato dalla Lumsa, dal Club per l’Unesco di Taranto e dall’Associazione Marco Motolese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche