24 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 24 Ottobre 2021 alle 11:59:00

Foto di Luigi Di Maio
Luigi Di Maio

GROTTAGLIE – “La scelta di Grottaglie per questa manifestazione conferma che il Mezzogiorno ha le competenze specifiche per essere protagonista, anche nel settore aerospaziale, del rilancio del Paese. La Puglia è una delle principali realtà aerospaziali in Italia e ambisce a divenire un avanzato polo d’attrazione e sviluppo per la “New Space Economy”, grazie alle attività di sperimentazione delle tecnologie aerospaziali condotte con il supporto industriale presso l’aeroporto “Marcello Arlotta”.

La riflessione sulle prospettive future del trasporto spaziale vede, ancora una volta, l’Italia in prima linea con l’ambizioso progetto dello spazioporto di Grottaglie”. Così il ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Luigi Di Maio, intervenuto al Mediterranean Aerospace Matching (Mam) nell’aeroporto Marcello Arlotta di Taranto-Grottaglie attraverso un testo letto, in apertura della sessione pomeridiana, da Antonio Maria Vasile, vice presidente di Aeroporti di Puglia. Il pomeriggio della seconda giornata del Mam è stato dedicato alle nuove frontiere dello spazio: l’Esa Space Rider ed i voli suborbitali, le loro opportunità di commercializzazione e l’importanza geopolitica che ne conseguirà. Grottaglie è, infatti, con Kourou (Guyana Francese) e Santa Maria (Azzorre) candidata ad ospitare l’Esa Space Rider, un oggetto innovativo composto di due moduli, unico nel suo genere perché può stare più di due mesi in orbita, è riutilizzabile e richiede particolari misure di sicurezza da adottare. Si differenzia da un volo suborbitale, infatti, proprio perché rientra dall’orbita terrestre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche