26 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Ottobre 2021 alle 15:57:00

Cronaca News

Arresto di Laghi, «Una pugnalata per Taranto»


Vincenza Labriola

«La notiza degli arresti domiciliari dell’ex commissario dell’Ilva Enrico Laghi è l’ennesima pugnalata alle spalle per Taranto. Nell’inchiesta anche l’ex procuratore di Trani e Taranto Capristo, gli avvocati Amara e Ragno, il funzionario di Polizia Paradiso e il consulente Nicoletti mostrerebbero ancora una volta come il fallimento tangibile delle politiche messe in campo per l’ex Ilva hanno prodotto lo zero assoluto rispetto alle emergenze legate allo stabilimento. Certo, la giustizia farà il suo corso e accerterà le responsabilità, le colpe e le eventuali anomalie, ma se fosse confermato il quadro drammatico di favori e favoritismi sarebbe l’ennesimo omicidio di Stato”. E’ il commento di Vincenza Labriola, deputata di Forza Italia sulla vicenda giudiziaria della Procura di Potenza.

«Della gestione Laghi – afferma la parlamentare tarantina – ciò che resta è un debito di 150 milioni all’indotto locale e gli stabilimenti ridotti ad un rottame senza manutenzione ordinaria e straordinaria, oltre agli incidenti e morti avvenuti dentro e fuori lo stabilimento. Il vaso oramai è colmo il presidente del Consiglio Draghi pronunci parole chiare per questo ennesimo scempio e dramma». E’ l’appello della Labriola al capo del Governo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche