26 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Ottobre 2021 alle 16:57:00

foto di E la storia diventa docufiction
E la storia diventa docufiction

Uno storytelling virtuale e dal vivo tramite rievocatori storici. Accade a Taranto e Mottola con l’evento sperimentale “Sentieri di Storia”, basato sulla produzione di una docufiction in luoghi di altissimo valore, abbinato a performances e itinerari turistici. La parte antica di Taranto- con le sue evidenze culturali e gli ipogeiunita dal filo sottile della narrazione all’agro di Mottola con le chiese e i villaggi rupestri. Il primo appuntamento è sabato 2 ottobre alle ore 9:00 a Mottola: storia, archeologia e paesaggio impreziosiranno la rievocazione che- successivamente- prenderà forma in un video.

Anche il pubblico potrà essere parte delle riprese che saranno affiancate a immagini di archivio. L’iniziativa rientra nel più ampio progetto “La Battaglia dell’XI secolo, il Racconto” che vanta il supporto e l’attenzione del ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, con il patrocinio dei comuni di Taranto e Mottola. «Il format divulgativo- spiega l’associazione promotrice I Cavalieri de li Terre Tarentine- racconta le vicende che portarono allo scontro tra Bizantini, nel Medioevo padroni delle terre del Sud Italia, e i conquistatori Normanni che condussero alle trasformazioni di quei territori dal punto di vista storico e sociale». A condurre nei meandri della storia saranno rievocatori di altissimo livello filologico e attori professionisti. Tutto questo in luoghi fortemente identitari che sono al contempo il contesto delle vicende narrate.

«La produzione finale- sottolineano gli organizzatori- prevede la realizzazione di un prodotto audiovisivo divulgativo e promozionale delle vicende del passato, complice il coinvolgimento di accademici e quanto realizzato dalla nostra associazione. Competenze rievocative frutto di studi e collaborazioni con musei e Università, oltre che legate alla partecipazione e organizzazione di circa 400 eventi in 16 anni di attività». L’evento di Mottola prevede, al mattino, la visita guidata a cura del locale Infopoint nella chiesa di San Nicola e l’esibizione del maestro polistrumentista, compositore e ricercatore Fabio Anti all’interno del sito rupestre. Per chi volesse può trattenersi sino al pomeriggio quando si svolgeranno parte delle riprese all’aperto e di backstage alle quali il pubblico interessato potrà prendere parte. Gruppi partecipanti sono Musica Historica di Grottaglie, Milites Friderici II di Oria, Historia Bari e Gli Araldi di San Tommaso Becket di Mottola. Gli ingressi saranno contingentati nel rispetto della normativa anti- Covid. Appuntamento sabato 2 ottobre alle ore 9:00 presso l’Infopoint di Mottola in viale Jonio (info e prenotazioni: 099.8867640). Costo della partecipazione 15 euro, gratis per i bambini sotto gli 8 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche