19 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Ottobre 2021 alle 13:52:00

Cronaca News

Nuova stretta sui parcheggiatori abusivi

foto di Il questore Giuseppe Bellassai
Il questore Giuseppe Bellassai

Intensa l’attività di controllo del territorio del personale delle Volanti e del Commissariato Sezionale Borgo che continua a far registrare i suoi concreti risultati sia nel lotta all’illegalità diffusa che più in particolare nel contrasto dell’annoso problema dei parcheggiatori abusivi. Quindici sono state le sanzioni elevate nei confronti di quest’ultimi, sorpresi nelle strade del Borgo a chiedere, talvolta anche con insistenza, denaro ai cittadini che avevano appena parcheggiato la loro autovettura. Per due dei parcheggiatori sanzionati è stato emesso anche il provvedimento di Daspo Urbano.

Diciannove sono state le persone denunciate, soprattutto nella zona di Città Vecchia, per la violazione del provvedimento di divieto di ritorno nel capoluogo jonico e dodici per l’inosservanza del Daspo Urbano. Nei numerosi posti di controllo, effettuati soprattutto nelle principali arterie stradali, in entrata ed uscita dal capoluogo, particolare attenzione è stata data al corretto uso delle cinture di sicurezza per gli automobilisti e del casco per i centauri. Tredici sono state le sanzioni amministrative per l’inosservanza a quest’ultima disposizione e in tre casi è stato anche sequestrato il mezzo perché privo della regolare copertura assicurativa. Tre le sanzioni elevate per guida senza patente e cinque le auto sequestrate per l’assenza o del contratto assicurativo o della prevista revisione periodica. Due le patenti sequestrate per guida in stato di ebbrezza alcolica.

L’attività si è anche concentrata nella lotta al furto d’energia elettrica. Il Personale del Commissariato Borgo, con l’ormai collaudata collaborazione con i tecnici di Enel Distribuzione, ha scoperto ben quattordici allacci abusivi in private abitazioni disseminate tra il borgo e la Città Vecchia. I 14 titolari dei contratti di fornitura elettrica sono stati tutti denunciati in stato di libertà per furto. Lo stesso personale, dopo diverse segnalazioni dei commercianti della zona, ha fermato un furgone adibito alla vendita di prodotti caseari. Nel corso dell’accertamento, è emerso che tutta la merce in vendita era priva dei regolari documenti di tracciabilità, il mezzo non era refrigerato e non idoneo alla conservazione degli alimenti messi in vendita. Pertanto, tutti i prodotti alimentari, per un peso di circa 45 kilogrammi, sono stati posti sotto sequestro ed il titolare del mezzo, un tarantino di 51 anni, è stato sanzionato con una multa di circa 3mila euro e denunciato per distribuzione finalizzata al consumo di sostanze in cattivo stato di conservazione. “Resta sempre alto e costante il livello di attenzione che la Polizia di Stato riserva alla Citta Vecchia ed al Borgo, quali aree di importanza vitale per la comunità tarantina e per i commercianti.”

Sono le parole del questore Giuseppe Bellassai. “La Questura, attraverso le sue articolazioni delle Volanti e del Commissariato Borgo, garantisce una presenza capillare sul territorio che consenta la riduzione degli episodi di microcriminalità e di inosservanza delle leggi amministrative, che contribuiscono a minare il senso di fiducia nelle Istituzioni. La nostra azione continuerà anche nelle prossime settimane in modo da garantire una serena ripresa dell’economia e della vita sociale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche