26 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Ottobre 2021 alle 15:57:00

Cronaca News

Dopo il silenzio, la parola agli elettori

elezioni
Le elezioni regionali e comunali

Giornata di silenzio nei comuni chiamati ad eleggere il sindaco. Oggi sabato 2 ottobre, giornata di vigilia dell’apertura dei seggi, è prevista la consueta pausa di riflessione dopo comizi, dirette social e talk show terminati a mezzanotte.

In provincia di Taranto si vota in nove comuni, in quattro dei quali è previsto il ballottaggio in quanto con popolazione superiore a 15.000 abitanti. Sono chiamati a scegliere il loro sindaco i cittadini di Massafra, Grottaglie, Ginosa, San Giorgio Jonico, dove è previsto l’eventuale ballottaggio. Mentre si vota col turno unico a Statte, Torricella, Monteparano, Fragagnano e Avetrana (orfana di sindaco dal 17 settembre con la morte di Minò a causa del Covid). Domenica mattina alle 7 i seggi elettorali apriranno i battenti per chiuderli la sera alle 23 e riaprirli la mattina successiva sempre alle 7. La chiusura è fissata alle ore 15 (a quell’ora potranno votare soltanto coloro che si trovano all’interno del seggio). Subito dopo inizieranno le operazioni di spoglio a conclusione delle quali si conosceranno vincitori e vinti. L’eventuale secondo turno per i comuni di Massafra, Grottaglie, Ginosa e San Giorgio Jonico, si terrà a due settimana di distanza, il 17 e 18 ottobre, con gli stessi orari per i seggi elettorali, così come stabilisce la legge. In tutta Italia saranno complessivamente 1349 i comuni al voto, fra cui sei capoluoghi di regione, Roma, Bologna, Milano, Napoli, Torino e Trieste.

In Calabria, l’unica regione, si voterà anche per eleggere il presidente, in seguito alla prematura scomparsa della governatrice Jole Santelli. Per questa tornata delle amministrative potranno votare gli iscritti alle liste elettorali del proprio comune di residenza che abbiano compiuto 18 anni di età entro domani 3 ottobre. Per esprimere la preferenza, sarà necessario presentarsi al seggio elettorale muniti di documento d’identità e di tessera elettorale. In caso di esaurimento degli spazi per i timbri di avvenuta votazione, deterioramento o smarrimento della tessera, l’elettore deve richiedere un duplicato all’ufficio elettorale del comune di residenza. Il rilascio sarà immediato. Per accedere al seggio non è obbligatorio il Green Pass, ma bisognerà comunque rispettare le consuete basilari norme anti Covid, ossia indossare accuratamente la mascherina, igienizzare le mani, evitare assembramenti e non recarsi ai seggi se la temperatura corporea supera i 37,5° oppure se si è sottoposti alla quarantena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche