22 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2021 alle 17:59:00

Cronaca News

Alunni con disabilità, incontro in Provveditorato

foto di La sede del Provveditorato di Taranto
La sede del Provveditorato di Taranto

In merito alla vicenda della frequenza della scuola per gli alunni fragili e con l’obiettivo di migliorare le politiche mirate all’inclusione delle persone con disabilità, Angelo Di Lena, consigliere dell’Unione dei comuni del versante orientale della provincia e presidente della 4^ commissione Servizi sociali e Pubblica istruzione di Pulsano, ha incontrato presso il Provveditorato di via Lago di Como, la dr.ssa Patrizia Dioguardi, dirigente incaricata a svolgere la gestione dei rapporti con gli enti locali ed istituzioni regionali e nazionali oltre che la gestione dei rapporti con le famiglie degli studenti.

L’incontro, richiesto dal consigliere dell’Unione dei comuni con la dirigente dell’ufficio scolastico regionale di Taranto ha riguardato diversi temi; dalle criticità dell’avvio dell’anno scolastico causato da insegnanti di sostegno, molto spesso assenti, alla carenza di competenze specifiche per alunni fragili . Concordi gli intenti di costruire una alleanza tra istituzioni. Angelo Di Lena ha affermato: “Occorre creare le condizioni per migliorare l’inclusione degli alunni disabili per costruire un fronte ed una strategia comuni per affrontare e risolvere con proposte concrete le criticità di vuoti legislativi scolastici in tema di disabilità , concetto che ho ribadito anche in consiglio comunale il 29 settembre scorso all’assessore al ramo. Ho espresso alla dottoressa Dioguardi tutta la mia preoccupazione per questa vicenda, tanto che anche il dirigente mi ha dato notizia riguardo ad un costante aumento di studenti con spettro autistico che frequentano le scuole ioniche – ha proseguito il consigliere dell’Unione dei comuni del versante orientale della provincia e presidente della 4^ commissione Servizi sociali e Pubblica istruzione di Pulsano – mentre tra gli insegnanti di sostegno si contano sempre pochi specializzati: il 37% non ha una formazione specifica. Insomma, il numero di insegnanti specializzati e in generale come organico risulta ancora insufficiente; la richiesta di queste figure aumenta di anno in anno più velocemente di quanto non cresca l’offerta”. “Nei prossimi giorni coinvolgerò la commissione che presiedo per sensibilizzare anche il comune dove svolgo l’attività di consigliere comunale – ha concluso Angelo Di Lena – affinché si affrontino anche dal punto di vista scientifico le cause di un costante aumento di studenti con spettro autistico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche