26 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 26 Ottobre 2021 alle 16:57:00

foto di Ecco i pacchi della Solidarietà
Ecco i pacchi della Solidarietà

Nei giorni scorsi, negli uffici dell’assessorato di via Veneto, è stata sancita la consegna ufficiale dei primi dieci pacchi di generi alimentari da donare a famiglie indigenti da parte della cooperativa “La Solidarietà” che, per conto dell’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Taranto, gestisce il servizio di Segretariato Sociale. Per la cooperativa, che in tutto si è impegnata a preparare 50 pacchi per altrettanti nuclei familiari, si tratta di un’ulteriore azione progettuale, che si inserisce nelle tante svolte ogni giorno a supporto degli assistenti sociali comunali per il bene delle collettività. Un progetto importante anche perché manifesta la voglia di fare rete con altre realtà del territorio. Per la consegna dei pacchi di generi alimentari si è pensato infatti di coinvolgere l’associazione “Noi e Voi”, che ha inserito questa attività in quelle del progetto “LGNetEA – Rete dei Comuni per una rapida risposta e servizi per l’inclusione d’emergenza in aree urbane svantaggiate”, co-finanziato dall’Unione Europea con la linea di finanziamento delle Misure Emergenziali del Fondo Asilo Migrazione e Integrazione (Fami). I migranti, a cui l’associazione ha donato una bicicletta per facilitare gli spostamenti quotidiani e la ricerca del lavoro, saranno speciali “fattorini”, consegnando i pacchi sulle loro due ruote direttamente alle famiglie indigenti.

«Oggi si concretizza un bellissimo progetto – ha commentato l’assessora alle Politiche Sociali, Gabriella Ficocelli – che ci è stato presentato dalla cooperativa “La Solidarietà”, che presta supporto alle attività del Servizio del Segretariato Sociale. Un impegno suppletivo importante, da parte della cooperativa, che vede anche la collaborazione dell’associazione “Noi e Voi” per la consegna materiale di questi generi alimentari. Inoltre i pacchi verranno consegnati in bicicletta, quindi non solo un’attività sociale ma anche rispettosa dell’ambiente, nell’ottica di quella sostenibilità, a cui come amministrazione Melucci stiamo lavorando da tempo».

«Le famiglie ci sono state segnalate dalle assistenti sociali del Segretariato Sociale. Il progetto – ha spiegato Gianluca Imperio della cooperativa “La Solidarietà”- a cui abbiamo pensato prevede la consegna di 50 pacchi alimentari. È un’idea in cui abbiamo voluto coinvolgere l’associazione “Noi e Voi”, che è particolarmente sensibile a questi temi. Oggi si parte con la consegna dei primi dieci pacchi. “Noi e voi” si occuperà nel concreto di bussare alla porta di queste famiglie, con i migranti in bicicletta». «Abbiamo voluto rendere protagoniste di questo servizio – ha raccontato don Francesco Mitidieri, presidente dell’associazione “Noi e Voi”- le persone che seguiamo nell’ambito del progetto LGNetEA, che si interessa di immigrati ormai usciti dal circuito dell’accoglienza ma che in qualche modo ricambiano quello che hanno già ricevuto in termini di servizi, mettendosi a disposizione in azioni di cittadinanza attiva. Un passaggio importante perché rende protagonisti quelli che vengono di solito visti solo come beneficiari, facendoli collaborare fattivamente. Le biciclette le abbiamo fornite grazie ad un’intesa con la Regione Puglia, che le ha messe a disposizione. Ciascun migrante la usa per recarsi a lavoro o per andare a cercarne uno. In questo caso specifico invece, verranno utilizzate per fare del bene a chi ne ha bisogno».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche