19 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 19 Ottobre 2021 alle 13:02:28

News Provincia di Taranto

Carosino, i festeggiamenti per il Patrono San Biagio

foto di Carosino, i festeggiamenti per il Patrono San Biagio
Carosino, i festeggiamenti per il Patrono San Biagio

CAROSINO – Sono già partiti i solenni festeggiamenti in onore del patrono San Biagio, che raggiungeranno il clou domenica 10 ottobre prossimo. Piuttosto ricco il programma messo in campo dall’apposito comitato festa in questa ricorrenza ottembrina che, come si sa da tempo, non è il vero e proprio dies natalis del vescovo armeno (celebrato a febbraio). Nella ricorrenza di ottobre, infatti, i festeggiamenti hanno da sempre avuto una solennità molto accentuata, poiché gli avi di questa cittadina jonica, avevano pensato bene di spostare a questo mese la commemorazione di San Biagio, anche come forma di ringraziamento per i raccolti eseguiti.

Da queste parti poi è soprattutto la vendemmia e le operazioni vinicole, da sempre la coltura privilegiata, che vengono terminate appunto a fine settembre, con spazio e tempo nel mese successivo per festeggiare dovutamente il santo patrono. Celebrazioni in grande quindi che prevedono ben otto giorni di festa patronale a Carosino, per un momento che nelle intenzioni degli organizzatori intende andare “oltre la semplice” ricorrenza religiosa. Ampio spazio, allora, è stato dato alle manifestazioni esterne, andando persino a riesumare addirittura una vecchia consuetudine scritta solamente sui libri parrocchiali di più di mezzo secolo fa. L’usanza consisteva nel portare in processione insieme alla statua di San Biagio anche l’effige della Madonna del Rosario, custodita in parrocchia in un’apposita cappella e onorata dall’antica presenza carosinese dell’omonima Congrega. Con la cerimonia inaugurale in presenza, eseguita nella piazza principale del paese deve troneggia una bella cassarmonica unita a un tripudio di luminarie, sembra si sia ritornati quasi alla normalità, dopo il blocco vissuto a causa della pandemia.

Forse mai, come in questa particolare occasione, si potuti assistere a quanto il motto “l’unione fa la forza”, sia stato alquanto veritiero Parrocchia di Carosino e primo cittadino hanno fatto di tutto per cercare di garantire, ognuno per la propria parte, una riuscita al meglio possibile dei festeggiamenti patronali. Le stesse luminarie ad esempio, sono state gentilmente concesse grazie a un interesse civico relativo al finanziamento regionale Poc Puglia 2014/2020 il quale, grazie al partenariato dell’ente comunale e la Ditta Luminarie Memmola, ha assicurato la bellezza di queste luci per tutto il mese di ottobre. Collante dell’intera manifestazione la presenza e l’alacre lavoro del locale Comitato festa San Biagio, obiettivamente molto cresciuto in termini di componenti negli ultimi tre anni e piuttosto impegnato oramai, insieme a portare avanti la venerazione per San Biagio, a curare più in fondo l’aspetto civilspettacolare dell’evento religioso.

Floriano Cartanì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche