16 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Ottobre 2021 alle 16:30:00

foto di Il Taranto
Il Taranto

Un ottobre agonisticamente intenso, complicato ed affascinante. Inaugurato già dal prezioso pareggio a reti inviolate conquistato sul campo di una Virtus Francavilla allestita ed organizzata per disputare un torneo da protagonista. E competitivo, disciplinato e concentrato sull’obiettivo della permanenza in categoria, che rappresenta la “condicio sine qua non” della rinnovata cultura del progetto, si sta dimostrando il Taranto. Il calendario autunnale risulta piuttosto fitto, complice anche l’inserimento del secondo turno infrasettimanale che, per la compagine ionica, sarà incastonato fra le domeniche appannaggio prima della delicata trasferta di Catanzaro (17/10), poi del derby contro i satanelli del maestro Zdenek Zeman (24/10).

A tal proposito, l’esibizione allo Zaccheria fra Foggia e Taranto, in agenda per l’undicesima giornata del girone C, è stata prescelta per il carnet di Sky Sport: la diretta televisiva in modalità pay, mediante piattaforma satellitare e digitale terrestre, è stata ufficializzata per le ore 14.30. Nel raggruppamento meridionale, i valori e le potenzialità effettive di ogni compagine devono ancora esplodere nel modo più coerente ed esplicativo: un discorso che coinvolge sia i calabresi guidati da Antonio Calabro, sia i foggiani del neo presidente Nicola Canonico, squadre che anelano alla lotta per l’ascesa in cadetteria e che, allo stato attuale, vivono una fase di inevitabile meditazione e rodaggio, calibrando l’ambizione e la qualità con l’insidia strutturale e le sorprese. Un mercoledì tutt’altro che interlocutorio, quello pianificato per il 20 ottobre: sotto i riflettori dello Iacovone, l’equipe rossoblu ospiterà la Fidelis Andria, la quale ha beneficiato della chance del ripescaggio, tramite il corollario dei play off della scorsa annata in serie D. E se l’epilogo della tabella mensile offre il rinnovato e tradizionale confronto interno col Potenza, il prossimo avversario assume invece le sembianze della Vibonese, fanalino di coda con tre punti.

Da ieri pomeriggio, il Taranto si è ritrovato sul manto sintetico del campo B per approntare la rituale opera di lavoro in vista dell’impegno con la compagine di Vibo Valentia, chiusa nell’eremo del silenzio stampa e delle preoccupazioni. Il gruppo è stato coordinato dal vice Giuseppe Lentini e dal suo staff: come noto, Giuseppe Laterza ha abdicato dal colloquio post partita a Francavilla, per partire immediatamente alla volta di Coverciano, sede del corso propedeutico al conseguimento del patentino di Allenatore Uefa A. Lo stratega ionico si sta dedicando alla terza sessione di lezioni e riprenderà il timone della sua squadra nell’appuntamento di giovedì. L’auspicio è che l’infermeria rossoblu inizi ad essere depauperata: attenuato l’allarme circa la disponibilità di Mario Pacilli, costretto alla defezione alla vigilia del match contro la Virtus, a causa di un dolore muscolare tendineo alla coscia che ne ostacolava i movimenti. L’esterno destro ex Casertana ha ripreso ad allenarsi col gruppo: le immagini divulgate attraverso i canali della società dispensano sorrisi in merito al reintegro operativo sia di Falcone che di Guastamacchia, autentici protagonisti della scalata vincente della scorsa stagione, interrotta prematuramente dai rispettivi e gravi infortuni. I vertici sanitari monitorano anche le condizioni di Versienti, vittima di un’infiammazione alla fascia plantare rimediata prima della sfortunata gara contro la Paganese: per l’eclettico giocatore erano state ipotizzate circa due settimane di stop, da veicolare esclusivamente verso un piano di riabilitazione personalizzato.

Diagnosi più severa per Diaby: distorsione al ginocchio destro, conseguenza infausta di un contrasto di gioco ruvido nel corso dello stesso match con gli azzurrostellati, quindi un mese e mezzo di cure e di rieducazione per l’articolazione. Si nutrono speranze per il giovane Ghisleni, fermato da una contrattura. Ieri si è pronunciato il Giudice Sportivo di Lega Pro, il quale ha comminato la terza, pesante ammenda consecutiva alla società del Taranto. Reiterata la motivazione della multa pari a mille euro inflitta al sodalizio rossoblu: “per avere i suoi sostenitori intonato cori oltraggiosi nei confronti delle Forze dell’Ordine. Ritenuta la continuazione, misura della sanzione in applicazione degli artt. 13, comma 2, e 25, comma 3, C.G.S., considerato che la Società Taranto giocava in trasferta”, si legge nella nota ufficiale. Punita anche la Virtus Francavilla ospitante, con una sanzione di identica cifra “per avere persone non autorizzate, ma riferibili alla Società ,fatto accesso sul terreno di gioco prima della gara ed al termine della stessa, mentre le squadre e la terna arbitrale erano ivi presenti”. Per quel che concerne gli atleti ionici, nell’elenco dei diffidati è stato inserito Francesco Benassai: il centrale difensivo ha incassato la sua quarta ammonizione. Capitan Marsili e Ferrara pervengono alla terza infrazione, mentre al reintegrato Mastromonaco è stato comminato il primo cartellino giallo.

Eredità scomode per la Vibonese, dal nervoso confronto con il Potenza terminato col risultato di parità, 1-1: i calabresi affronteranno il Taranto privi di Pietro Ciotti. Il difensore è stato squalificato per tre gare effettive “per aver tenuto, al 35° del 1° tempo regolamentare, una condotta violenta nei confronti di un calciatore avversario colpendolo, con forza sproporzionata, con il pallone a distanza di gioco e con i tacchetti all’altezza della tibia. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 13, comma 2, e 38 C.G.S, considerati, da una parte, le modalità complessive della condotta ed il tipo di gesto posto in essere e, dall’altra, la mancanza di conseguenze a carico dell’avversario”. A dirigere Taranto-Vibonese, in agenda domenica prossima alle ore 17.30, sarà Daniele Virgilio della sezione di Trapani, coadiuvato dagli assistenti Domenico Castro (Livorno) e Matteo Paggiola (Legnago).

Alessandra Carpino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche