22 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 22 Ottobre 2021 alle 16:57:00

Cronaca News

Una teca con i cimeli del maggiore De Carolis

foto di Una teca con i cimeli del maggiore De Carolis
Una teca con i cimeli del maggiore De Carolis

E’ stata inaugurata presso il Comando provinciale Carabinieri, con una sobria cerimonia, la teca contenente i cimeli appartenuti al magg. Ugo De Caroli, Medaglia d’Oro al valor militare alla Memoria. L’ufficiale, all’epoca Capo di Stato Maggiore del Fronte Clandestino di Resistenza dei Carabinieri, il 23 gennaio del 1944 a seguito di una delazione fu catturato a Roma dalla Gestapo e, dopo essere stato torturato dai nazisti e rinchiuso nelle prigioni politiche di via Tasso, morì il 24 marzo 1944 nell’eccidio delle Fosse Ardeatine, assieme ad altri 334 prigionieri.

All’eroe è intitolata la sede del Comando provinciale Carabinieri, poiché la sua famiglia vive ancora nel capoluogo jonico, avendo l’ufficiale sposato una tarantina. Alla cerimonia hanno preso parte due figli del caduto, Enrico e Nicoletta, e il vice sindaco e assessore alla Cultura e allo Sport del Comune di Taranto, Fabiano Marti. Il comandante provinciale colonnello Luca Steffensen, nell’introdurre la cerimonia, ha sottolineato il “valore della memoria” delle gesta degli eroi che ci hanno preceduto, memoria che deve guidare le future generazioni. In seguito ha preso la parola la signora Nicoletta, che ha ricordato i valori trasmessi dall’ufficiale ai suoi figli. Infine l’assessore Marti ha sottolineato l’importanza della figura del maggiore Ugo De Carolis nella storia d’Italia, e l’orgoglio del suo legame con Taranto, auspicando che la sua storia possa essere sempre più conosciuta nella città. Dopo la benedizione della bacheca da parte di don Carmine Agresti, parroco della Chiesa di S. Antonio, è stata recitata la Preghiera del Carabiniere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche