16 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Ottobre 2021 alle 15:54:00

Cronaca News

Università, l’appello del Comitato per la Qualità della Vita

foto di La sede di Taranto dell'Università
La sede di Taranto dell'Università

«Mentre con il percorso “Taranto, nuove narrazioni contemporanee tra arte, didattica, filosofia e musica” del 9 e 10 ottobre si pone al centro del dibattito il grande patrimonio culturale, archeologico e musicale di terra jonica, cresce la preoccupazione per il futuro dell’università di Taranto». È l’appello lanciato da Carmine Carlucci, presidente del Comitato per la Qualità della Vita, ed indirizzato al Governatore pugliese Michele Emiliano, agli assessori e consiglieri regionali jonici ma anche al Rettore Stefano Bronzini ed al direttore dell’Asl di Taranto Stefano Rossi affinchè «approvino urgentemente la Convenzione Università, Regione Asl per Medicina e venga, contestualmente alle clinicizzazioni, istituito il Dipartimento biomedico. Due decreti che se non approvati renderebbero difficile anche l’azione coordinata dal Prefetto di Taranto per la trasformazione del Cuj in Fondazione».

Sabato 9 ottobre, dalle 17 alle 19 – “Taranto: nuove narrazioni contemporanee tra arte , didattica, filosofia, e musica” – “XI Giornata dei beni culturali jonici”
Con il coordinamento di Anna Maria La Neve e l’introduzione di Carmine Carlucci, è previsto un «confronto sui temi del Manifesto dei beni culturali la cui valorizzazione discende da una rinnovata attenzione della Soprintendenza nazionale per il patrimonio subacqueo ma con competenze in archeologia, belle arti e paesaggio di terra jonica, sul recupero dell’impegno accademico tra Scienze dei beni culturali, Scuola di specializzazione e, soprattutto, Scuola superiore di archeologia e restauro (è prevista una apposita proposta di legge) ma anche della rivalutazione dei “segni identitari” di Taranto con particolare riferimento al bassorilevo di Sant’Irene, cimitero monumentale San Brunone, epigrafi ebraiche e tombe del palazzo degli uffici, sacrario del Monumento ai Caduti, Taranto e la via Francigena. Informazioni per partecipare di Google Meet Link alla videochiamata:https://meet.google.com/jen-gwgj-ymf

Domenica 10 ottobre ore 18 al Crac
Nell’ambito dell’importante mostra di arte contemporanea “Opera nell’opera. Omaggio a Giovanni Paisiello. Progettualità ambientale per un monumento alla Musica” il Crac Puglia, in collaborazione con istituzioni nazionali (Associazione Amica Sofia del Dipartimento Educazione dell’Università di Perugia) e territoriali (Comitato per la Qualità della Vita), promuove e organizza questo secondo appuntamento culturale nel solco dell’ottava Giornata Nazionale “Famiglie al museo” e per la XXII “Giornata Europea della Cultura Ebraica”. Un significativo carnet di interventi e relazioni che saranno tenute da note personalità del mondo culturale: introdotte dal prof. Giulio De Mitri (artista e direttore scientifico del Crac Puglia), contribuiranno a far riflettere sulle “nuove narrazioni contemporanee”. Dal tema Arte e didattica: famiglie al museo, la relazione della prof.ssa Lara Caccia (esperta di didattica museale, storica e critico d’arte); ad Amica Sofia, magazine per una cultura dell’Infanzia. Con la relazione prof. Massimo Iritano (filosofo e presidente dell’Associazione “Amica Sofia” di Perugia); ai Dialoghi per una società libera e coesa. XXII “Giornata Europea della Cultura Ebraica”, relazione del prof. Carmine Carlucci (presidente Cqv e ricerche della dott.ssa Anna Maria La Neve (coordinatrice attività culturali Mfe e Cqv). Chiuderà l’evento il magico concerto “Sulle ali della fantasia” dei maestri Agostino Lisi (pianoforte), Francesca Presicci (soprano).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche