16 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Ottobre 2021 alle 15:54:00

Calcio News Sport

Taranto, nessuna emozione: contro la Vibonese ultima in classifica è 0-0

foto di Il Taranto
Il Taranto

La classica trappola. Contro la Vibonese ultima in classifica, il Taranto non va oltre il pareggio a reti inviolate: 0-0 il risultato finale, il terzo consecutivo, per una partita avara di emozioni fra le mura amiche dello Iacovone, nel tardo pomeriggio in un’improvvisa atmosfera autunnale. Giuseppe Laterza dipana i dubbi maturati nell’immediata vigilia e non rischia Pacilli: l’alternanza nel ruolo di esterno destro offensivo coinvolge nuovamente Mastromonaco, unica modifica apportata nell’impianto collaudato del 4-3-3. La catena di pertinenza è completata da Bellocq a centrocampo e Riccardi duttile nel riproporsi come terzino.

La reiterata assenza del gol da parte degli ionici è conseguenza sì dell’organizzazione difensiva di una Vibonese tutt’altro che rinunciataria, ma anche della carenza di una manovra perentoria ed acuta che inneschi idee e spunti nella sinergia fra l’asse mediana ed il trittico offensivo. Il Taranto appare spesso precipitoso ed impreciso al tiro, non interpreta quell’approccio arrembante che il suo allenatore predica per destabilizzare immediatamente l’avversario. Bellocq e Civilleri non offrono il solito contributo efficace dalle rispettive corsie: il ritmo è rallentato, le sovrapposizioni latitano e gli attaccanti non ne giovano. Mastromonaco emerge nella creazione in area, Saraniti compie un lavoro oscuro e di encomiabile sostanza ma è controllato dalla marcatura degli uomini di mister D’Agostino, ad essere offuscato è invece l’estro di Giovinco. Nel corso del primo tempo, sono poche le occasioni da annotare: a confezionare la prima insidia sono gli ospiti con Cattaneo, il quale s’inserisce centralmente sulla trequarti e prova la conclusione arcuata col destro, destinata a sorvolare la traversa all’8’. Il Taranto replica quattro minuti più tardi: al 12’ Giovinco  raccoglie sul versante mancino un suggerimento centrale di Saraniti e scarica il diagonale: il portiere Mengoni si protegge sul primo palo e devia in angolo. La Vibonese è fluida nell’iniziativa: al 14’ Persano si libera bene al tiro dalla fascia sinistra, nonostante la sua progressione fosse stata viziata da un fallo su Mastromonaco non sanzionato; la conclusione è difettosa.

Mastromonaco prova a svegliare il match dirigendo un suo lungo cross direttamente in porta, ma l’estremo difensore calabrese si rifugia in corner non senza difficoltà al 18’. In avvio di ripresa, la scansione è ancora contratta ed infruttuosa. Al primo giro di lancette, il solito Mastromonaco avanza e confeziona un assist interessante per Saraniti, il quale non può capitalizzare spalle alla porta. Rischio per i rossoblu all’8’, quando Sorrentino schiaccia di testa sugli sviluppi dalla bandierina. Dalla parata di Chiorra nasce un’azione di ripartenza: Saraniti è abile ad imbeccare Giovinco, poi atterrato nei pressi della lunetta; Marsili si incarica dell’esecuzione su calcio piazzato, interessante ma vanificata. Civilleri calibra un rasoterra dal limite, che si spegne di poco a lato al 10’. Mister Laterza avvicenda le pedine sulla porzione destra, inserendo Labriola per Bellocq e Pacilli per Mastromonaco. Il suo collega D’Agostino opta per Spina al posto di Cattaneo; il neo entrato spaventa prima al 25’ con una conclusione che sibila al lato, poi alla mezz’ora in doppia circostanza, complice una penetrazione solitaria dalla destra che costringe Chiorra alla parata in due tempi. Precedentemente, la Vibonese si era resa pericolosa con Grillo che colpiva l’esterno della rete, dopo cross di Mahrous non arginato con calma da Chiorra. Al 32’ è Civilleri ad effettuare un destro arcuato purtroppo velleitario. L’esterno è sostituito tre minuti più tardi da Santarpia, per un Taranto rimodellato a trazione anteriore dal suo stratega, complice anche l’immissione di Ghisleni in luogo di Giovinco. La squadra ne guadagna in brillantezza: al 37’ Santarpia sfugge sull’out mancino e serve l’accorrente Riccardi, il quale sbaglia di piatto sinistro. Nell’epilogo, dopo un tentativo di La Ragione spedito sul fondo, capitan Marsili insiste con una punizione tesa che chiama Mengoni alla parata aerea. Non basta.

SERIE C/C 2021/2022 – 8^giornata

TARANTO – VIBONESE 0-0

 

Taranto (4-3-3):  Chiorra; Ferrara,  Benassai,  Zullo,  Riccardi;  Bellocq (11′ st Labriola), Marsili,  Civilleri (35′ st Santarpia); Giovinco (42′  Ghisleni),  Saraniti, Mastromonaco (11′ st  Pacilli). A disposizione:  Loliva, Antonino, Tomassini, Granata, Cannavaro, De Maria. All. Laterza

Vibonese (3-4-1-2): Mengoni; Mahrous, Vergara, Polidori; Gelonese, Basso, Mauceri, Grillo (41′ st  La Ragione); Cattaneo (24′ st Spina); Sorrentino, Persano (41′ Fomov). A diposizione: Marson, Alvaro, Ngom, Tumbarello, Bellini, Cigagna, Leone, Spanò. All. D’Agostino

Arbitro: Daniele Virigilio di Trapani.

Assistenti: Domenico Castro di Livorno e Matteo Paggiola di Legnano

Quarto Ufficiale: Sebastian Petrov di Roma 1.

Ammoniti: Polidori (V), Giovinco (T), Labriola (T).

Spettatori 2700.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche