16 Ottobre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 16 Ottobre 2021 alle 16:30:00

foto di Giustizia per Taranto
Giustizia per Taranto

Giustizia per Taranto e altre sette associazioni annunciano un sit in davanti al Palazzo di Giustizia e chiedono la revoca della facoltà d’uso e la chiusura degli impianti dell’ex Ilva, oggi Acciaierie d’Italia. In una nota le associazioni spiegano che la richiesta viene avanzata alla luce delle indagini della Procura di Potenza dalle quali emergerebbe «l’esistenza di uno schema di pressioni illecite e corruttive nella gestione della vicenda Ilva».

Alla Procura della Repubblica di Taranto, quindi, chiedono, «la revoca della facoltà d’uso di tutti gli impianti dell’area a caldo» e «la definitiva chiusura degli impianti inquinanti, tutt’ora in funzione, benché sottoposti a sequestro sin dal 2012 per la loro pericolosità». «In questi anni – continuano le associazioni – nulla è cambiato: in Ilva, gli incidenti sono all’ordine del giorno; di Ilva, a Taranto, ci si continua ad ammalare e si continua a morire». Giovedì 14 ottobre davanti al Tribunale, in via Marche, alle ore 11, si ritroveranno esponenti di Giustizia per Taranto, Taranto Respira, Legamjonici, Peacelink, Hermes Academy, Pro Gentes, Una strada diversa ed Europa Verde Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche