Le critiche da destra e sinistra | Tarantobuonasera

09 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 09 Dicembre 2021 alle 10:55:00

foto di Il Palazzo di Città di Taranto
Il Palazzo di Città di Taranto

«Più che un esecutivo di governo della città al servizio di tutti i cittadini, la nuova giunta comunale varata appare come un comitato elettorale pro Melucci. Dopo un lungo travaglio il sindaco nomina i nuovi assessori che rappresentano in modo proporzionale i partiti ed i gruppi che gli prospettano un sostegno per la sua ricandidatura». Questo il commento di Giampaolo Vietri, capoguppo di Fratelli d’Italia in consiglio comunale, al varo del nuovo esecutivo municipale. A sinistra, invece, i consiglieri Massimo Battista e Rita Corvace (Una città per cambiare) puntano il dito soprattutto verso l’ingresso in giunta di Cosimo Ciraci «ex citiano di ferro, eletto nelle fila di Forza Italia alle ultime elezioni».

«A poco – affermano – sono serviti i tavoli del centro-sinistra, a quanto pare, se poi in giunta entra chi per anni a Taranto ha rappresentato la destra più becera e populusta, con la benedizione del sommo vate di tutte le Puglie, Michele Emiliano». Stesso tema affrontato dal circolo “Peppino Impastato” del Prc che aggiunbge: «Ad essere sacrificati sull’altare delle logiche elettorali sono assessori che hanno caratterizzato l’azione amministrativa delle giunte Melucci e sembravano – almeno fino a ieri – i più fedeli sodali del sindaco. Al loro posto si dà spazio a referenti di gruppi che possono garantire “pacchetti” di voti. La giunta quindi perde punti in termini di coerenza amministrativa, ma non ne guadagna sul piano dell’omogeneità politica. Si tratta di una giunta elettorale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche