05 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 04 Dicembre 2021 alle 06:54:46

L’ex Ilva, oggi Acciaierie d'italia
L’ex Ilva, oggi Acciaierie d'Italia

Il consigliere regionale di Fratelli d’Italia Renato Perrini ha presentato un’interrogazione urgente agli assessori all’Ambiente Anna Grazia Maraschio e alla Sanità Pierluigi Lopalco sull’emergenza ambientale a Taranto e la richiesta di un report sullo stato degli interventi di bonifica, ambientalizzazione e riqualificazione messi in atto durante le gestioni commissariali, con relativi costi e su quelli ancora da completare.

«L’inquinamento prodotto dall’ex Ilva, pur nella sua gravità, alla luce della correlazione accertata con l’incremento esponenziale delle patologie tumorali e di altre allarmanti malattie come quelle dell’apparato respiratorio, rappresenta – spiega Perrini – soltanto una delle numerose criticità disseminate a macchia di leopardo in una vasta area. Il mercato ittico galleggiante semiaffondato e inutilizzato nel Mar Piccolo; il cimitero di San Brunone; l’ex Cemerad, a Statte, con la presenza di alcuni capannoni contenenti rifiuti radioattivi; il quartiere Tamburi e in particolare le scuole vicine al polo siderurgico, e che necessitano di impianti di ventilazione adeguati per preservare l’incolumità degli studenti e del personale dalle polveri sottili provenienti dall’impianto, sono le principali che hanno richiamato l’attenzione dei governi nazionali, regionali e delle amministrazioni locali che si sono succedute nel tempo».

L’attuale commissario è il prefetto Demetrio Martino. Perrini chiede di «conoscere tutti gli interventi messi in atto per la bonifica, l’ambientalizzazione e la riqualificazione di Taranto, a tutela della salute della collettività e del territorio». In particolare quelli avviati «durante la gestione del commissario straordinario Vera Corbelli; tutte le risorse messe a disposizione, sia quelle effettivamente utilizzate, che quelle annunciate ed eventualmente non ancora arrivate; le criticità e le problematiche che hanno impedito finora il completamento degli interventi previsti; l’operato del Governo regionale – sottolinea l’esponende di FdI – nel merito delle problematiche emerse, e nell’interlocuzione e nel rapporto con il Governo nazionale e le amministrazioni locali».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche