08 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 07 Dicembre 2021 alle 22:57:00

L’ingresso dell’ospedale Ss. Annunziata di Taranto
L’ingresso dell’ospedale Ss. Annunziata di Taranto

Appuntamento fisso al Santissima Annunziata con gli eventi “open” della rete Bollini Rosa, fruibili a tutti, organizzati in collaborazione con Fondazione Onda, l’Osservatorio nazionale sulla Salute della donna e di genere. Il 20 ottobre, in occasione della Giornata mondiale dell’osteoporosi, sui canali social di Asl Taranto è prevista la pubblicazione di alcuni contributi video che raccontano la patologia secondo tre punti di vista sanitari, diversi ma complementari: il fisiatra, il reumatologo e il chirurgo ortopedico.

In particolare, la dottoressa Nunzia Amati, fisiatra della struttura di Medicina Fisica e Riabilitazione, si sofferma sull’importanza dell’esercizio fisico e della riabilitazione nella prevenzione e cura delle alterazioni posturali. Il dottor Antonio Marsico, dirigente medico dell’ambulatorio di reumatologia, offre un focus sull’osteoporosi dal punto di vista del reumatologo, mentre il direttore di Ortopedia e Traumatologia del SS. Annunziata, il dottor Lorenzo Scialpi, offre un contributo sul trattamento chirurgico delle fratture, che sono indubbiamente le complicanze più gravi e temute dell’osteoporosi. Anche questa volta l’iniziativa è online, in linea con le disposizioni anti-covid, strutturata in video tutorial consultabili in modo libero. L’obiettivo dell’iniziativa è sensibilizzare la popolazione sull’importanza della prevenzione primaria, quella che si attua praticando un corretto stile di vita fin dalla giovane età, con alimentazione equilibrata e giusto apporto di vitamina D e calcio.

Nell’ambito della prevenzione, è importante anche la diagnosi precoce per impedire quanto più possibile le fratture, che sono le complicazioni più temute e gravi dell’indebolimento delle ossa. E a proposito di osteoporosi, qualche dato in più: si stima che in Italia questa patologia colpisce circa 5milioni di persone, delle quali l’80% sono donne in fase post-menopausa. Sempre nel nostro Paese, il 23% delle donne con più di 40 anni ne sono affette: colpisce meno gli uomini, con il 14% degli over 60. I numeri sono in crescita, dato anche l’aumento dell’età media della popolazione e dell’aspettativa di vita. È una patologia spesso asintomatica soprattutto nella fase iniziale, ma può essere facilmente diagnosticata con esami strumentali che misurano la densità minerale ossea e soprattutto si può fare prevenzione. I video tutorial realizzati per l’evento sono disponibili sul canale YouTube, sulla pagina Fb e sul profilo Instagram istituzionali Asl Taranto. Per informazioni generali sul progetto (H) Open Day Onda, si può visitare il sito www.bollinirosa.it

Donatella Gianfrate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche