Taranto, nei primi sei mesi del 2021 ben 14.000 denunce | Tarantobuonasera

08 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 08 Dicembre 2021 alle 22:53:00

Cronaca News

Taranto, nei primi sei mesi del 2021 ben 14.000 denunce

foto di Il nuovo questore Massimo Gambino con il Sindaco Rinaldo Melucci
Il nuovo questore Massimo Gambino con il Sindaco Rinaldo Melucci

Il nuovo questore di Taranto, Massimo Gambino, è stato accolto a Palazzo di Città dal sindaco Rinaldo Melucci. Nel corso della visita ufficiale, il primo cittadino ha dato il benvenuto al rappresentante istituzionale a nome della comunità, confermando la sinergia che da sempre lega il Comune alla Questura nell’esclusivo interesse dei cittadini di Taranto.

Durante l’incontro, cui hanno partecipato anche l’assessore alla Polizia Locale Cosimo Ciraci e il comandante Michele Matichecchia, è stata ribadita la piena disponibilità del corpo a collaborare con la Polizia di Stato in tutte le attività di tutela e salvaguardia del territorio. Intanto, dopo la flessione registrata durante il lockdown causato dalla pandemia, tornano a salire a livello nazionale i reati nei primi sei mesi del 2021, secondo i dati – provenienti dal Dipartimento di pubblica sicurezza – che emergono dall’indice della criminalità pubblicato dal Sole 24 Ore.

I dati segnalano a livello nazionale un aumento complessivo delle denunce del 7,5% sul 2020, mentre sono in calo (-17%) sul 2019. Tornano ad aumentare gli scippi (+35%), i furti di auto e moto (+16%), le violenze sessuali (+18%, in media 13 denunce al giorno), le violenze urbane e risse, con ben 224 episodi di minacce e percosse ogni 24 ore. I reati sul web, poi, continuano a fare registrare un boom: 800 al giorno, mentre il numero di persone segnalate per questo tipo di delitti è aumentato del 133%. La “capitale” delle denunce è Milano, mentre Oristano è ultima.

Taranto è settantaduesima, con 14.307 denunce, 2.497,9 per centomila abitanti. Taranto è al 14esimo posto per usura e incendi, al 16esimo per furti di auto, al 26esimo per estorsioni. La provincia con più denunce di violenza sessuale rispetto ai residenti resta Trieste, come lo scorso anno. Padova è quella più sotto pressione per i reati di droga. Napoli conferma il record di scippi; Imperia è in testa per le percosse, Parma per le rapine in esercizi commerciali, Ravenna per i furti in abitazione I reati che restano maggiormente impuniti sono soprattutto il furto di moto o auto (una persona segnalata ogni 30-33 denunce), i furti con destrezza o su auto in sosta (una ogni venti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche