Alla scoperta dei giardini dell’ospedale militare | Tarantobuonasera

08 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 08 Dicembre 2021 alle 21:25:00

Cronaca News

Alla scoperta dei giardini dell’ospedale militare

foto di Alla scoperta dei giardini dell’ospedale militare
Alla scoperta dei giardini dell’ospedale militare

Grazie alla cortese, consueta disponibilità della Marina Militare, ed in particolare dell’amm. Salvatore Vitiello, comandante del Comando marittimo Sud, e del direttore dell’Ospedale militare marittimo “Giulio Venticinque” di Taranto, capitano di vascello medico Fiorenzo Fracasso, i soci dei cinque Lions e due Leo club della città di Taranto, per iniziativa del Lions club Taranto Città dei Due Mari (presidente Mario Lupo), hanno compiuto una interessante visita guidata nei giardini dell’Ospedale militare. A fare da guida in quelli che furono in gran parte i giardini di villa Capecelatro Silvana Caggiano, capo ufficio Relazioni con il pubblico del Centro ospedaliero, Calogero Cangialosi, appassionato cultore di memorie tarantine, e Silvia De Vitis, archeologa.

“La frase iscritta sul cancello d’ingresso dei giardini, “Si Rurusus Heic Peccasset Adam Forsitan Deus Ignosceret” (Se qui Adamo peccasse di nuovo forse Iddio lo perdonerebbe) – ha commentato il presidente Mario Lupo – ci ha accolti in un vero e proprio angolo di Paradiso, strutturato su un pendio a gradoni e terrazzi che guardano il Mar Piccolo ricalcando la cavea di un edificio teatrale, che ospita i resti di un Sacello Romano, uno dei tesori meno noti della città, databile tra II e I secolo a.C.”. “Un luogo di grande prestigio da valorizzare e far conoscere”, sottolinea il presidente Lupo, nell’evidenziare il particolare impegno del Lions Città dei Due Mari per la valorizzazione del patrimonio storico, artistico e culturale della città, dando sempre più forza al legame tra comunità e ambiente. Hanno partecipato alla visita anche i past governatori Lions Licia Bitritto Polignano e Roberto Burano Spagnulo ed il presidente di zona Mario Bucci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche