08 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 07 Dicembre 2021 alle 22:57:00

foto di Stefano D’Orazio
Stefano D’Orazio

È in programma lunedì, 8 novembre, all’Orfeo (in via Pitagora), la serataevento in ricordo di Stefano D’Orazio presentata, ieri, alla stampa nel foyer del teatro tarantino. L’iniziativa arriva ad un anno dalla scomparsa del batterista dei Pooh e sarà il concerto dei Palasport (la più titolata coverband italiana) – ma non solo – a rendere omaggio al musicista, autore, scrittore e, soprattutto, persona dalla spiccata sensibilità. La serata prevede la partecipazione di artisti del territorio e non che hanno accettato, volentieri l’invito al tributo. Tributo al quale interverranno, fra gli altri, Tiziana Giardoni D’Orazio, moglie di Stefano e Silvia Di Stefano, figlia del grande artista romano.

I PALASPORT
I Palasport, tribute-band ufficiale dei Pooh, premiata del titolo nel quarantennale di attività di Roby, Dodi, Stefano e Red (in giuria insieme con Mario Luzzatto Fegiz e don Mazzi), in più di venti anni sono stati gli unici ad avere ricostruito e riproposto con costanza e la massima perizia tecnica repertorio, palchi, scenografie, costumi e strumenti utilizzati nei vari tour della formazione musicale italiana più amata. Nella loro attenta ricerca, i Palasport nel tempo hanno arricchito la loro collezione con strumenti appartenuti agli stessi Pooh, per acquistare dopo il cinquantennale celebrato dai quattro artisti, altre scenografie, strumenti e le batterie originali appartenute a Stefano D’Orazio.

LO SPETTACOLO- TRIBUTO
Ad un anno dalla scomparsa di Stefano D’Orazio, come si accennava, i Palasport dedicheranno al batterista un tributo con cantanti, musicisti, una sezione d’archi e performer pugliesi. Allo spettacolo dell’8 novembre hanno assicurato la loro presenza anche Maurizio Semeraro (fra i protagonisti di Pinocchio, Aladin, W Zorro), i Terraross, Scuola di teatro Orfeo, Fabio Barnaba, Egidio Maggio, Franco Cosa, Giuseppe Di Gioia, Martino De Cesare, Michael White, SFK, Vasconnessi, Leo Tenneriello, Gaetano De Michele, Occhi profondi, Studio teatro danza, Frank Ferrara, Orchestra Tebaide. Il ricavato del concerto sarà devoluto a favore dell’Aido, l’Associazione italiana donatori organi, per la quale per anni D’Orazio è stato testimonial. All’evento, interverrà il vicepresidente nazionale Aido, Vito Scarola. Il giorno del concerto, oltre alla presentazione del libro “Tsunami” scritto da Stefano D’Orazio e pubblicato postumo, nel foyer del teatro sarà esposta una delle batterie del musicista. I ticket possono essere acquistati online su www.teatrorfeo.it (dopo le 18.00, info allo stesso botteghino del teatro Orfeo).

Per maggiori informazioni è possibile rivolgersi al seguente numero telefonico. 329:077 9521.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche