Immobili, in assoluto silenzio e vestiti a lutto. La protesta dei Genitori Tarantini | Tarantobuonasera

09 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 09 Dicembre 2021 alle 10:55:00

Cronaca News

Immobili, in assoluto silenzio e vestiti a lutto. La protesta dei Genitori Tarantini

foto di Immobili, in assoluto silenzio e vestiti a lutto. La protesta dei Genitori Tarantini
Immobili, in assoluto silenzio e vestiti a lutto. La protesta dei Genitori Tarantini

L’associazione Genitori tarantini annuncia, per il primo novembre, un evento che toccherà tre luoghi importanti di Taranto per onorare la memoria delle innocenti piccole vittime dell’inquinamento ambientale.

Con ritrovo nei pressi del Ponte Girevole alle ore 09;30, su Corso Due Mari (lato Mar Piccolo), i partecipanti al flash mob sosteranno immobili e in assoluto silenzio, vestiti a lutto e con una fascia bianca trasversale, simbolo di innocenza, dalle ore 10;00 alle ore 10;30.

Al termine di questa prima tappa, i manifestanti si sposteranno sulla Rotonda del Lungomare per sostare, con le stesse modalità, dalle ore 11;00 alle ore 11;30, per poi raggiungere l’ultima tappa dell’evento, in Piazza Maria Immacolata, alle ore 12;00, componendo un cerchio protettivo, al centro del quale ogni bambino presente potrà trovare spazio per giocare o muoversi nella consapevolezza di sentirsi protetto.

Per questo evento è prevista la presenza di un solo striscione, che è anche il grido che tutti i tarantini dovrebbero adottare: “TUTTO L’ACCIAIO DEL MONDO NON VALE LA VITA DI UN SOLO BAMBINO”.

L’associazione Genitori tarantini, «consapevole del fatto che troppe parole sono già state dette, chiede ai rappresentanti degli organi di informazione, che sono ufficialmente invitati, di scrivere, per questa speciale occasione, articoli affidandosi esclusivamente ai propri occhi e al proprio cuore, rispettando in tal modo la volontà dei partecipanti all’evento di restare in silenzio. Sarà il più bel modo di sentire vicini reporter e fotografi, in quei momenti di denuncia silenziosa».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche