«Taranto non è più sola in Europa». Il sindaco Melucci a Lipsia per l’assemblea di Eurocities | Tarantobuonasera

09 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 09 Dicembre 2021 alle 10:55:00

Cronaca News

«Taranto non è più sola in Europa». Il sindaco Melucci a Lipsia per l’assemblea di Eurocities

foto di Il sindaco Melucci a Lipsia per l’assemblea di Eurocities
Il sindaco Melucci a Lipsia per l’assemblea di Eurocities

Giornata di lavori molto intensa e interessante, a Lipsia, per il sindaco Rinaldo Melucci e la delegazione del Comune di Taranto, in occasione dell’assemblea annuale di Eurocities, l’importante network che raccoglie più di 200 tra le più grandi città europee. Tra le tante autorità municipali del continente, dell’Ue, e dell’Oecd, ha preso parte ai lavori anche il vicepresidente della Commissione europea Frans Timmermans. Tra i temi di questa prima conferenza, dall’ingresso di Taranto in Eurocities, la connessione delle politiche urbane con la COP26, la centralità delle azioni poste in essere dalle grandi città in Europa per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità per il decennio, di neutralità climatica, di trasporto pubblico innovativo e di equità sociale nelle nostre comunità. È stata l’occasione per stringere relazioni formali con realtà europee che stanno attraversando la stessa complessa transizione economica ed ecologica di Taranto e per scambiarsi buone pratiche in questo senso. Nella sessione pomeridiana il primo cittadino ionico si è soffermato in tavoli specifici con il sindaco di Tirana, Erion Veliaj, e con il sindaco di Firenze, Dario Nardella, presidente di Eurocities e unico altro sindaco italiano presente all’assemblea generale di Lipsia.

«Nelle nostre battaglie per la riconversione della grande industria e nei nostri sforzi quotidiani per dotare Taranto di una qualità della vita di standard europeo e di un nuovo modello di sviluppo sostenibile, ci siamo resi conto che abbiamo bisogno di fare sistema con altre città e con le istituzioni europee – ha dichiarato soddisfatto a margine dei lavori in Germania il sindaco Rinaldo Melucci – L’attuale pandemia, la perdurante crisi economica, la sfida per il cambiamento climatico stanno dimostrando che il futuro si scrive nelle città, che saranno i grandi centri urbani a orientare le politiche nazionali e comunitarie. E noi siamo felici di aver posizionato Taranto in questo contesto, di aver aperto un canale diplomatico con i grandi centri decisionali internazionali, di avere oggi a sostegno delle nostre ragioni sulla transizione giusta la rete delle più importanti città europee».

Il sindaco Rinaldo Melucci: «Collaborazione strategica tra le città del Mediterraneo, Taranto guarda con interesse a Tirana». I contatti tra il Comune di Taranto e la città di Tirana procedono da alcuni mesi a questa parte. «Antichi e saldi sono i legami della Puglia con l’Albania, diverse sono le imprese ioniche che oggi operano regolarmente nel “paese delle aquile”, come molti i cittadini albanesi che, ben integrati, abitano e lavorano stabilmente nel nostro territorio – spiegano da Palazzo di Città – Per tutti questi motivi i due sindaci, Erion Veliaj e Rinaldo Melucci, si sono incontrati ieri a Lipsia, a margine dell’assemblea generale di Eurocities, per valutare come strutturare in maniera più formale questi rapporti, a vantaggio di cittadini e imprese, nonché di scambi culturali e nell’ambito della ricerca sui temi propri della transizione economica, ecologica ed energetica».

«Siamo onorati dell’attenzione e dell’amicizia della capitale albanese – ha dichiarato il primo cittadino ionico al termine del cordiale tavolo bilaterale – Il sindaco Veliaj e il lavoro che sta compiendo a Tirana rappresentano un sicuro riferimento per tutte le città del Mediterraneo, alle prese con le prove del “green new deal” e dell’innovazione- All’interno delle politiche europee e degli obiettivi che insieme ci siamo posti in Eurocities, sarà importante creare nei prossimi anni un asse costruttivo tra le realtà del sud Europa. Sono fiducioso – conclude Melucci – che Tirana e Taranto possano lavorare in grande sintonia e consegnare risultati tangibili ai cittadini, specie ai più giovani».

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche