27 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Novembre 2021 alle 09:57:00

foto di Il sindaco di Firenze, Dario Nardella con Il sindaco Rinaldo Melucci
Il sindaco di Firenze, Dario Nardella con Il sindaco Rinaldo Melucci

«Taranto firmerà il Green City Accord della Commissione Europea, acceleriamo sulla transizione ecologica» A margine dell’assemblea generale di Eurocities a Lipsia, il primo cittadino ionico Rinaldo Melucci ha annunciato che Taranto aderirà formalmente, insieme ad altre decine di grandi città europee, al Green City Accord predisposto dalla Commissione Europea, volto alla realizzazione di città sane e pulite per l’Europa. «Siamo già impegnati su questo fronte, ma adesso il percorso per la transizione giusta non riguarda più solo Taranto ed è una precisa indicazione dell’UE», ha confermato il primo cittadino. «Sarà interessante verificare, dopo la direzione intrapresa con decisione dalle comunità locali e dalle istituzioni europee, – ha detto Melucci – cosa intenderanno fare i governi nazionali e gli operatori privati rispetto, per esempio, al tema di una rapida decarbonizzazione di settori come quello siderurgico. Il mondo sta cambiando, sarà bene che tutti compiano uno sforzo razionale e autentico di aderenza alle aspirazioni dei territori».

Melucci ha avuto modo di incontrare anche il suo collega di Firenze, Dario Nardella, presidente del network: «Con il sindaco Nardella ed Eurocities piena sintonia sul futuro del ruolo degli amministratori locali e sulla transizione necessaria ai nostri territori» L’occasione è stata utile per confrontarsi sullo stato dell’arte del PNRR in Italia e sull’evoluzione del ruolo degli amministratori locali nel contesto nazionale odierno. «Ringrazio il mio amico Dario Nardella per la qualità dei contenuti di questa conferenza e per l’accoglienza che Eurocities ha riservato a Taranto. A lui e a Eurocities abbiamo confermato il nostro entusiasmo e la disponibilità della città a sostenere attivamente la traiettoria politico-istituzionale dell’importante network europeo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche