Serata di poesia con Trisolino e Catalano | Tarantobuonasera

09 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 09 Dicembre 2021 alle 09:53:00

foto di Gerardo Trisolino
Gerardo Trisolino

Continuano in modalità telematica gli incontri con i poeti pugliesi contemporanei che godono di fama nazionale. L’iniziativa è degli otto Comitati pugliesi della Società Dante Alighieri (Barletta, Bitonto, Brindisi, Casarano, Foggia, Salento, Taranto e Trani) che domani, 11 novembre, propongono al pubblico informatizzato una conversazione tra il poeta Gerardo Trisolino ed Ettore Catalano, scrittore e docente emerito di Letteratura italiana dell’Università del Salento. L’incontro è organizzato dal Comitato di Brindisi della Dante di cui è Presidente la professoressa Teresa Nacci.

Dopo Vittorino Curci di Noci (finalista al Premio Viareggio di quest’anno), dopo Giuseppe Lagrasta di Barletta (premio Montale per la poesia inedita nel 1989) e dopo la magistrale conferenza del professor Daniele Pegorari dell’Università di Bari su “Eloquenza neo-volgare e lingua di secondo grado nella poesia pugliese dal 1960 a oggi”, ascolteremo in streaming Ettore Catalano e Gerardo Trisolino, “poeta contemplattivo”, ovvero contemplativo e attivo, cioè poeta cultore della parola poetica ma anche poeta d’impegno sociale e politico. Trisolino, nato nel 1952 a Francavilla Fontana, è poeta, scrittore e critico lettera rio; docente per anni di Italiano e Storia negli Istituti superiori, è intellettuale “engagé”: è stato, infatti, in anni passati, consigliere comunale e vicesindaco della sua città. Dagli inizi degli anni Settanta, Trisolino scrive sulle pagine culturali di quotidiani e riviste e a quegli anni risalgono i primi testi poetici pubblicati nel 1972 sulla rivista “La Zagaglia”. Ha al suo attivo oltre 650 pubblicazioni apparse su quotidiani, riviste e volumi collettanei. Numerosi gli importanti riconoscimenti ottenuti per la sua produzione poetica.

È stato più volte finalista al Premio Lerici-Pea, di cui era presidente di giuria Giorgio Barberi Squarotti: è stato segnalato all’età di ventitré anni al Premio Salento (presidente della giuria Aldo Vallone) e nel 1993 ha vinto una medaglia d’oro al Premio Città di Bari-Marina di Palese (presidente della giuria Mario Sansone). Nel 1988 la silloge “La cravatta di Stolypin” è stata selezionata al Premio Circe-Sabaudia (presidente della giuria Giuliano Manacorda), nel 1996 è risultato vincitore del Premio Nazionale di Poesia “Vittorio Bodini” (presidente della giuria Daniele Giancane); nello stesso anno la silloge “Il giovane clochard” è stata selezionata al Premio Viareggio di poesia. Ha pubblicato anche opere di saggistica letteraria e di poesia, citate in numerosi studi critici di “auctores” importanti della critica letteraria, da Natalino Sapegno a Emilio Cecchi, da Mario Marti a Donato Valli, da Vittoriano Esposito a Ettore Catalano. Ecco una lirica di Gerardo Trisolino, tratta da “Il giovane clochard”, Edizioni del Leone, 1996:

Endofasia III

Sulla tua lunghezza d’onda,

generale

la radio fischia, sono rauchi

i suoni;

i fruscìi dell’aria le tue minacce

coprono. Nell’etere risalire

si sente Lili Marlene il pozzo

del tempo.

Inciampa il mio pensiero

sulle parole

violente, le scaraventa la mente

lontano, le fa roteare e sotterrare

affinché non ricadano

a strapiombo

sui prati, sui bimbi ignari della

morte.

(Le lancio forte forte, generale)

Giungano chiare parole di pace

che l’inverno nucleare allontanino

polveri ceneri onde radioattive.

Sempre vive l’ombra della

catastrofe

in questo vecchio millennio che

muore.

Domani, dunque, con queste due autorità della letteratura contemporanea, Catalano e Trisolino, si parlerà di poesia e poetica, vita attiva vita contemplativa, etica ed estetica. Ore 18.30, on line. Chi è interessato all’incontro telematico, può contattare chi scrive.

Josè Minervini
Presidente della Società Dante Alighieri Comitato di Taranto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche