27 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Novembre 2021 alle 09:57:00

Cronaca News

Taranto e le sue transizioni: tra l’ecologia e un nuovo umanesimo

foto di Elly Schlein, vicepresidente Regione Emilia Romagna
Elly Schlein, vicepresidente Regione Emilia Romagna

Si terrà oggi, venerdì 12 novembre, dalle ore 16.30 alle 18.30, nella sala consiliare di Palazzo di Città, l’Agorà Democratica “Taranto e le sue transizioni: tra l’ecologia e un nuovo umanesimo”. Interverranno, il sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, Nicola Oddati, coordinatore nazionale delle Agorà Democratiche, Monica Frassoni, presidente European Alliance to Save Energy, l’onorevole Ubaldo Pagano, Commissione Bilancio, Elly Schlein, Vice Presidente Regione Emilia Romagna, e Angelo Bonelli, portavoce nazionale di Europa Verde; a moderare Ilaria Cinieri, responsabile Agorà Democratiche Taranto.

«L’iniziativa fa parte del processo di partecipazione e confronto avviato da Enrico Letta, che conta ormai decine di eventi in tutto il territorio nazionale, con l’obiettivo di proporre temi, sviscerarli, e promuovere soluzioni concrete – si legge in una nota – Cuore del meccanismo infatti, è la piattaforma Decidim, protagonista e garante della democraticità del processo di ascolto e interazione: i partecipanti delle Agorà infatti, coprono uno spazio orizzontale che vede interventi assolutamente identici nella durata (ad esempio, un libero cittadino iscritto alla piattaforma e registrato all’Agorà, parlerà per lo stesso numero di minuti previsto in apertura dei lavori, esattamente come chiunque altro, anche se rappresentante istituzionale o di importanti enti).

Al termine si elabora una o più proposte da caricare sulla piattaforma. Concluso il processo di svolgimento delle Agorà (31 dicembre), le proposte più votate dai cittadini (delle Agorà), diventeranno iniziativa parlamentare o programmatica. La parola “Antropocene” (composta dal gr., “uomo”, con l’aggiunta della desinenza “cene” che indica le epoche geologiche) è entrata in modo dirompente nel vocabolario comune. Nata in ambito scientifico, descrive un dato di fatto, oggi unanimemente riconosciuto: indica l’epoca geologica attuale nella quale l’uomo è in grado di indirizzare e modificare tutti gli equilibri del pianeta Terra, siano essi climatici, chimici, geomorfologici, biologici.” E Taranto è osservatorio e laboratorio privilegiato per favorire i processi di ripresa da quella stessa crisi che diventa opportunità: il territorio ferito che diventa frontiera di una transizione ecologica in senso assoluto, umanistica. Dobbiamo essere la politica della sostenibilità ambientale, della tutela della biodiversità, della decarbonizzazione dell’economia e delle infrastrutture verdi.

E dobbiamo esserlo a Taranto, a Bruxelles, a Roma; Il nostro modo d’essere e di agire politicamente, deve sapere coniugare le aspettative di benessere e di crescita economica, rispettando, tutelando e preservando le risorse della natura. L’Agorà Democratica diventa occasione per coinvolgere quanti vogliono offrire il contributo di idee, progettazioni ed azioni da elaborare in uno spazio plurale in cui esprimersi e indicare le possibili rivoluzioni e risoluzioni, sviluppando coscienza collettiva, stimolando civicitá e democrazia impegno istituzionale, mirando a realizzare il campo largo del riformismo umano, valoriale e visionario. La qualità della vita delle Persone nelle nostre comunità, resta l’obiettivo principale da migliorare sempre, per assicurare benessere, tutela della salute e protezione individuale.La responsabilità collettiva nei confronti del futuro che vogliamo costruire richiede politiche e azioni volte a rispondere al benessere complessivo dei territori e della cittadinanza». È possibile seguire la diretta dalla pagina fb https://www.facebook. com/PDTaranto/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche