«Una congiura di palazzo, sindaco vittima dei poteri forti» | Tarantobuonasera

08 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 08 Dicembre 2021 alle 22:53:00

Cronaca News

«Una congiura di palazzo, sindaco vittima dei poteri forti»

foto di Cosimo Borraccino
Cosimo Borraccino

«È sotto gli occhi di tutti che Taranto in questi anni è cambiata molto, in positivo. Gli investimenti di programmi per il futuro aprono a notevoli possibilità di vera rinascita della città che, evidentemente, poteri forti del territorio hanno voluto interrompere». Lo affermano Mino Borraccino e Massimo Serio.

«Taranto nei prossimi anni – affermano i due esponenti della sinistra – sarà chiamata a gestire quasi 2 miliardi di euro di risorse specifiche per il suo sviluppo e per la sua svolta ecosostenibile, purtroppo questo non ha interessato agli otto consiglieri della maggioranza che si sono assunti la grave e notevole responsabilità di chiudere questa esperienza amministrativa di grande pregio. Ora la stragrande maggioranza dei cittadini di Taranto sanno che questa è una congiura di Palazzo lontana dai loro interessi. Sanno molto bene che Rinaldo Melucci ha bene governato e certamente continua e continuerà ad avere grandi attestati di stima da parte della maggioranza dei cittadini di Taranto, e non solo. Siamo convinti che questa sarà solo una brutta parentesi, ci sarà soltanto un congelamento di alcuni mesi dell’esperienza amministrativa, perché a maggio 2022, in occasione delle elezioni, Rinaldo Melucci sarà riconfermato sindaco della città di Taranto e noi della lista “Più Centrosinistra #Emiliano” insieme al partito di Articolo Uno, che ha dato vita a questa lista, siamo convinti che alle prossime elezioni comunali, insieme al Centrosinistra e insieme al Presidente Emiliano, sosterremo Rinaldo Melucci».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche