08 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 07 Dicembre 2021 alle 22:57:00

Cronaca News

Terremoto al Comune di Taranto, le reazioni: «Compiuto atto irresponsabile»

foto di Consiglio comunale a Taranto
Consiglio comunale a Taranto - archivio

“Abbandonare Taranto al commissariamento a sei mesi dalle elezioni è un atto irresponsabile nei confronti della città. Se un’Amministrazione non piace, ci sarebbero stati il Consiglio Comunale e una campagna elettorale alle porte per dirlo e proporre un’alternativa. La critica politica è il sale della democrazia, le manovre da retrobottega sono il peggio della politica. Noi stessi, di recente, abbiamo chiesto un cambio di passo su alcuni temi che riguardano la qualità della vita nella nostra città. In questo momento, però, con una pandemia ancora in corso, avremmo dovuto discutere di Pnrr, bandi in scadenza e progetti da presentare per intercettare fondi comunitari. Lo sgambetto di oggi ha, invece, come vittima principale la città. Continueremo a lavorare, più convinti di prima e sempre sulla strada del progresso, per restituire dignità, lealtà, etica e passione alla politica tarantina”. Così il Coordinamento Provinciale del Movimento Politico “Una Strada Diversa”, rappresentato da Luca Delton. “Chi ha amministrato la città per circa cinque anni ha il dovere morale di spiegare ai propri concittadini elettori le ragioni delle loro dimissioni irrevocabili, un comportamento che condanna anche il loro stesso operato. Hanno pensato forse di certificare pubblicamente la loro incapacità amministrativa di quattro anni e sei mesi al Governo?” si dice invece dall’Udc di Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche