27 Novembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 27 Novembre 2021 alle 09:57:00

foto di Ugo Lomartire
Ugo Lomartire

Lo sviluppo economico e occupazionale di Taranto, passa direttamente dal turismo e dalla valorizzazione del nostro territorio. Abbiamo una città con un mare e delle spiagge stupende, ma mancano le strutture, abbiamo una città vecchia unica nel suo genere, ma che purtroppo stenta a decollare, abbiamo un patrimonio storico culturale eccezionale, ma spesso abbandonato e non adeguatamente valorizzato e pubblicizzato. Occorre avviare una battaglia per inserire nell’agenda politico amministrativa della città, una politica reale e concreta incentrata principalmente sul turismo, in tal senso si deve entrare nello specifico e dire chiaramente cosa cercano i turisti, perché se ci si pone questa domanda, allora si potrà dare un’adeguata risposta creando un’ottima offerta.

E’ ora di prendere esempio diretto e concreto da tutte quelle buone amministrazioni che indistintamente dai colori politici riescono a dare un’adeguata risposta alla domanda dei turisti. Le buone amministrazioni comunali non hanno colore politico poiché esistono buone amministrazioni di tutti gli schieramenti e colori politici ed esistono pessime amministrazioni che appartengono a tutti gli schieramenti e colori politici, in sostanza la capacità di amministrare bene una città non si vede dal colore politico. Nella nostra città si parla di turismo e non si è mai parlato di favorire, sostenere e realizzare villaggi turistici che sono le prime strutture che consentono ai turisti di rimanere su di un territorio in pianta stabile per piccoli medi o lunghi periodi, bisogna creare un turismo che non sia mordi e fuggi, ci si deve attivare per creare e favorire un sistema di turismo che consenta la permanenza dei turisti a Taranto, poiché in questa maniera coloro che vengono da fuori per visitare Taranto possono lasciare denaro in una forma significativa nella nostra città.

Nel nostro territorio si parla tanto di turismo e non si parla di favorire, sostenere e realizzare Hotel, B&B e strutture del divertimento come le discoteche. Nei posti avanzati a livello turistico moltissimi giovani si recano con i portafogli pieni di soldi nei posti di divertimento e le discoteche che sono luoghi di divertimento consentono l’arrivo di fiumi di denaro su di un territorio e il denaro che arriva consente assunzioni e occupazione. Bisognerebbe iniziare a puntare non appena passerà questo maledetto Covid, su grandi eventi e grandi eventi sono quelli che portano decine di migliaia di persone in un solo giorno, come ad esempio Tomorrowland, Sensation White, Sensation Black, alcuni di questi eventi hanno toccato punte anche di 180.000 presenze in tre giorni, come si può agevolmente vedere attraverso le fonti ufficiali come Wikipedia. Bisogna puntare ad eventi di livello perché Taranto è una città meravigliosa e bisogna solo saperla valorizzare, bisogna eliminare tutte quelle situazioni di degrado e bisogna farla conoscere. La legge della domanda e dell’offerta, se si organizzano eventi e arrivano tantissimi turisti allora avremo il tutto esaurito e i turisti che non troveranno posto alloggeranno nelle zone limitrofe a Taranto fino a quando nuovi imprenditori vedendo l’elevata richiesta di alloggi, allora saranno sicuri di investire creando nuove strutture ricettive andando a colpo sicuro di non perdere i propri soldi ma di guadagnare. Bisogna far conoscere la nostra Taranto, si può prendere l’esempio dei riti della Settimana Santa che in Spagna sono conosciuti in tutto il mondo mentre i nostri riti della Settimana Santa che sono molto più belli e che nulla hanno a che invidiare a quelli spagnoli, non sono conosciuti in Italia e nel mondo.

Per attrarre i turisti bisogna inoltre valorizzare la nostra città vecchia, il nostro meraviglioso mare, con attività ed eventi legati al mare ed inoltre è fondamentale valorizzare e far conoscere l’immenso patrimonio storico culturale e religioso che Taranto ha, infatti anche attraverso la valorizzazione di quello che già abbiamo, vista l’importante storia di Taranto, si può creare occupazione. Infine e non certo per importanza occorre collegare meglio la nostra città sia a livello ferroviario, sia attivando l’aeroporto di Grottaglie e sia bisogna ragionare sull’allungamento dell’autostrada sino a Taranto. Attivando un sistema turismo in maniera seria ci sarebbero nuovi posti di lavoro e la grande contraddizione che questa città vive è che Taranto ha delle potenzialità grandissime, enormi ma invece purtroppo non è valorizzata come dovrebbe.

Ugo Lomartire
Presidente Grande Taranto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche