Cinque chili di hashish dietro la lavatrice, un arresto | Tarantobuonasera

09 Dicembre 2021 - Ultimo aggiornamento il: 09 Dicembre 2021 alle 10:55:00

Cronaca News

Cinque chili di hashish dietro la lavatrice, un arresto

foto di La droga sequestrata
La droga sequestrata

Aveva nascosto cinque chili di hashish dietro la lavatrice. Nell’ambito dei servizi di prevenzione e repressione dei traffici illeciti, i militari del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria hanno arrestato un quarantasettenne residente nel capoluogo jonico. Nei giorni precedenti i finanzieri avevano notato un andirivieni di persone sospette nei pressi di uno stabile situato nella Città Vecchia. Dopo un servizio di appostamento nella giornata di mercoledì è stata eseguita, con l’ausilio di una unità cinofila del Gruppo di Taranto, una perquisizione all’interno dello stabile.

In uno degli appartamenti sono stati rinvenuti, in una busta posta sul retro di una lavatrice, ben 52 panetti di hashish del peso di circa cinque chilogrammi. Su disposizione del magistrato di turno, il quarantasettenne, che in quel momento era nella casa, persona peraltro risultata già gravata da una misura di arresti domiciliari per reati specifici, è stato dichiarato in arresto per detenzione illecita di sostanze stupefacenti e trasferito nella casa circondariale di Brindisi. “L’operazione delle Fiamme Gialle joniche conferma la costante attenzione della Guardia di Finanza alla tutela del cittadino, non solo nel perseguimento dei prioritari obiettivi istituzionali di contrasto all’evasione fiscale ed agli illeciti in materia di spesa pubblica, ma anche nell’incessante impegno nel contrasto dei traffici di sostanze stupefacenti nella provincia jonica – viene sottolineato in un comunicato stampa del Comando provinciale di via Scoglio del Tonno- che, nel corso del 2021, ha consentito di segnalare all’autorità giudiziaria quattordici persone, quattro delle quali in stato di arresto e di segnalare alla Prefettura 196 persone per uso di sostanze stupefacenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche