27 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 27 Gennaio 2022 alle 14:59:00

foto di Scarpe rosse simbolo della lotta alla violenza sulle donne
Scarpe rosse simbolo della lotta alla violenza sulle donne

MARTINA FRANCA – L’Amministrazione Comunale di Martina è costantemente e concretamente impegnata nell’azione di contrasto e di prevenzione del fenomeno della violenza sulle donne attraverso il Centro Antiviolenza “Rompiamo il silenzio” operativo nell’Ambito Territoriale 5 Martina-Crispiano. Nel 2020 al Centro Antiviolenza si sono rivolte 56 nuove donne di cui 31 residenti a Martina, 6 a Crispiano e 19 in altri comuni. Di esse, 48 sono cittadine italiane e 8 straniere, delle quali 39 con figli, per un totale di 45 minori.

Solo 17 hanno presentato denuncia. Il Centro, inoltre, ha continuato l’attività di sostegno psicologico, legale e sociale nei confronti di 37 donne prese in carico prima del 2020. Oltre al Centro Antiviolenza è presente un’attività di cohousing nella quale, lo scorso anno, sono state inserite tre donne con figli a carico. Mentre una donna è stata inserita in una casa rifugio. Si tratta di strutture sostenute dall’Ambito Territoriale 5. Anche sul territorio jonico, come a livello nazionale, nell’anno dell’exploit della pandemia si è registrato un marcato trend in salita del fenomeno, pari al 40% circa. Stando alle statistiche su scala nazionale, l’aumento dei casi è legato anche al periodo del lockdown che ha reso più difficile la convivenza domestica di situazioni già caratterizzate da tensione. Come Ambito Territoriale 5 Martina-Crispiano, negli ultimi 18 mesi sono stati impegnati 40.000 euro per sostenere il Centro antiviolenza con cui, sempre come Ambito, la convenzione è stata avviata sin dal 2014 e altri 20.000 euro sono stati destinati alle rette della casa rifugio per donne e minori Il Centro svolge anche un’importante attività di prevenzione sia nelle scuole superiori sia sul territorio e un’attività di coworking finalizzata a facilitare il percorso delle vittime di fuoriuscita dalla situazione di violenza.

L’assessore ai Servizi Sociali, Tiziana Schiavone, sottolinea l’importanza di “continuare a sostenere le azioni del Centro antiviolenza in considerazione della funzione di grande rilevanza che svolge sia in fatto di prevenzione che di contrasto al drammatico fenomeno della violenza contro le donne. Un fenomeno che, come si evince dai dati, purtroppo non è lontano da noi ma fa parte della nostra realtà territoriale”. Il Centro Antiviolenza “Rompiamo il silenzio” è presente sia a Martina che a Crispiano. Coloro che hanno bisogno di aiuto e vogliono segnalare situazioni a rischio possono telefonare al Centro Antiviolenza al numero 331/7443573, attivo 24 ore su 24, oppure al 1522, il numero nazionale anti violenza che indirizza le vittime al Centro più vicino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche