27 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 27 Gennaio 2022 alle 15:57:00

foto di Parcheggi a San Vito
Parcheggi a San Vito

«Sono molto dispiaciuta di dover tornare ancora una volta su un argomento che avrebbe dovuto essere chiuso già da tempo. E invece, per l’ennesima volta, mi trovo a dover criticare gli amministratori per l’assenza ingombrante verso il nostro quartiere. Come accade nelle migliori famiglie, ho cercato di “lavare i panni sporchi in casa” coinvolgendo gli amministratori preposti, ma purtroppo sono state fatte orecchie da mercante, con un atteggiamento che definirei alla don Abbondio». È quanto afferma il presidente dell’Associazione Taranto Turismo, Irene Lamanna.

«La questione riguarda i parcheggi selvaggi che riscontriamo quotidianamente nella nostra San Vito. Il nostro quartiere sta vivendo un momento di forte crescita anche grazie alla presenza della Marina Militare, ma l’amministrazione comunale non è stata e non è in grado di urbanizzare il territorio creando delle aree parcheggio. Nonostante le diverse sollecitazioni fatte, non c’è stato alcun riscontro – spiega meglio Lamanna – Il quartiere San Vito sta vivendo un disagio importante: sia per le attività commerciali, che già vengono fuori da un periodo di notevole sconforto, sia per i residenti. Inoltre l’amministrazione comunale non rilascia autorizzazioni e concessioni a chi volesse mettere a disposizione delle zone dedicate a residenti e trasfertisti».

Quindi Lamanna sottolinea che «l’amministrazione comunale, pur avendo fatto tanto per San Vito, ha dimenticato le attenzioni più piccole come le infrastrutture, il rifacimento delle strade, l’organizzazione parcheggi. Piaga che sembra essere ormai diventata insanabile. Sappiamo che l’ex amministrazione Melucci aveva pensato di rendere parcheggiabile anche il quartiere San Vito con il disco orario e le strisce blu, ma non ci sembra un’idea eccellente a causa dell’urbanizzazione del territorio che non permette a molti residenti di parcheggiare le auto vicino casa ed essendo un quartiere di riferimento per le istituzioni pubbliche come Marina Militare e base navale. Inoltre si corre il rischio di creare un danno al territorio non dando la possibilità ancora una volta alle imprese di sviluppare attività commerciali. Anche per questo motivo tempo fa come albergatore avevo fatto un’esplicita richiesta per usufruire a pagamento di un parcheggio riservato alle attività commerciali e in particolare alla mia. Di questa richiesta scritta fatta agli uffici preposti a cui sono seguiti contatti non abbiamo avuto risposta. Dimostrando un’assenza e un’indifferenza nei confronti dei cittadini che oggi pesa come un macigno».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche