24 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 24 Gennaio 2022 alle 22:28:00

Cultura News

“Un Natale davvero straordinario” nel libro di Ester Cecere

foto di Ester Cecere - foto di Literary.it
Ester Cecere - foto di Literary.it

È uscita proprio qualche giorno fa una fiaba dal titolo “Un Natale davvero straordinario” scritta da Ester Cecere, autrice soprattutto di poesie, ne ha firmato ben sette raccolte, ma che ha sentito anche la necessità di cimentarsi in narrativa, pubblicando due raccolte di racconti brevi. Alla letteratura per l’infanzia non aveva mai pensato fino a ora. Pertanto, l’uscita di questa sua prima fiaba un po’ sorprende. Il testo è stato illustrato da Francesco Gianetti che opera, come grafico multimediale, presso l’Istituto per l’Informatica e la Telematica di Pisa. La pubblicazione, per i tipi della WIP Edizioni di Bari, casa editrice di altre tre opere della Cecere, non è la classica storia di Natale.

Essa ha infatti caratteristiche sui generis poiché invita i più piccoli a riflettere su problemi di grande attualità, quali il riscaldamento del pianeta Terra e l’accoglienza dei migranti ma anche sull’importanza che ha oggi nella nostra vita la possibilità di informarsi “navigando nel web”. L’attenzione dei giovanissimi lettori viene richiamate su tali problematiche sovvertendo la tradizione: Babbo Natale non viaggia con la classica slitta dotata di sci. A causa del riscaldamento globale, in Lapponia non è nevicato; pertanto, egli è costretto a raggiungere una località italiana con una nave. Al porto troverà una slitta dotata di ruote. Si invitano così i piccoli lettori a riflettere su come la nostra vita possa cambiare a causa di un evento climatico che spesso pensiamo non ci coinvolga direttamente. In porto, sono arrivati anche dei piccoli migranti con una nave di quelle che salvano i profughi che rischiano di annegare poiché viaggiano sulle cosiddette “carrette del mare”.

Babbo Natale non ha doni per loro. I bimbi occidentali, pur essendo un po’ egoisti in quanto abituati a vedere soddisfatti tutti i loro desideri, percepiscono il dispiacere di Babbo Natale. Allora accade quello che rende il Natale “davvero straordinario”: ogni bimbo rinuncia a un giocattolo per donarlo a un suo coetaneo sfortunato. In tal modo, il piccolo lettore comprende l’importanza della solidarietà e dell’accoglienza. La morale, quindi, è: è davvero festa quando si è tutti felici. Le illustrazioni esaltano gli spunti di riflessione trasmesse dalla fiaba divertendo i piccoli lettori. Babbo Natale ha gli infradito e non gli scarponi, gli elfi sulla nave viaggiano con maschera e boccaglio temendo di finire in mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche