24 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 24 Gennaio 2022 alle 22:28:00

Cronaca News

Premiati cinque Ambasciatori di Terre di Puglia

foto di Premiati cinque Ambasciatori di Terre di Puglia
Premiati cinque Ambasciatori di Terre di Puglia

Il generale Guglielmo Luigi Miglietta, comandante del Comando di Reazione Rapida della Nato di Solbiate Olona. Nicoletta Manni, prima ballerina del Teatro alla Scala di Milano. Il giornalista Antonio Troiano, responsabile della redazione Cultura del Corriere della Sera e direttore dell’inserto domenicale La lettura. Il Consorzio per la valorizzazione e la tutela del Pane di Altamura Dop e l’azienda vinicola di Manduria Varvaglione 1921. Sono queste le eccellenze pugliesi premiate come Ambasciatori di Terre di Puglia 2021 nella cerimonia di sabato 27 novembre tenutasi a Milano nella Sala d’onore Umberto I di Palazzo Cusani.

Dopo lo stop dell’anno scorso a causa della pandemia, il Premio, giunto alla quindicesima edizione, coincide quest’anno con il centenario dell’Associazione Regionale Pugliesi di Milano, nata nel 1921 e ora guidata dal generale Camillo de Milato. Il titolo di “Ambasciatore di Terre di Puglia” è stato conferito, in passato, a illustri personalità, istituzioni del mondo scientifico, culturale e caritativo, dal Carnevale di Putignano all’ospedale “Casa Sollievo della Sofferenza” di San Giovanni Rotondo, Michele Stacca, Presidente della Banca Popolare di Puglia e Basilicata, fino a personaggi del calibro di Lino Banfi e Checco Zalone, cantanti come Ron, Al Bano Carrisi, Renzo Arbore, i Negramaro, lo stilista Angelo Inglese, Teo Teocoli, i registi Sergio Rubini ed Edoardo Winspeare, lo scrittore Marcello Veneziani, il fisico Orazio Svelto, l’ex Capo di Stato maggiore dell’Esercito italiano, il generale Salvatore Farina, il Presidente del Consiglio del Collegio Sindacale di Banca Popolare di Puglia e Basilicata, il dott. Giovanni Barbara.

«Quest’evento», spiega il generale De Milato, «è destinato sempre di più ad essere un momento forte di aggregazione, confronto e condivisione tra vecchie e nuove migrazioni, soprattutto dopo la pandemia che nell’ultimo anno e mezzo ha impedito di vivere pienamente la vita associativa che non si è comunque fermata. Inoltre, rappresenta un momento d’orgoglio ma anche uno sprone per gli oltre duecentomila pugliesi che vivono e lavorano a Milano». «È una felice coincidenza», dichiara Giuseppe Selvaggi, ideatore del Premio, «che l’edizione della rinascita coincida con il secolo di vita di storia associazionistica pugliese in terra di Lombardia. Nella valorizzazione conoscitiva e premiazione delle eccellenze si intende trasmette un’immagine in positivo di una regione e della sua gente». «Quest’iniziativa», afferma l’avvocato Annamaria Bernardini de Pace, presidente del Premio e pugliese doc, «è nata con l’intento di scoprire e far conoscere attraverso i protagonisti migliori, il pensiero, la cultura, la laboriosità e l’ingegno delle genti di Puglia, consegnando un riconoscimento a chi, in vari campi e non solo in Italia, ha contribuito alla valorizzazione del patrimonio umano, culturale e sociale della nostra regione e lo ha fatto conoscere nel mondo».

«L’Associazione, oltre a favorire ed assistere i pugliesi che si trasferiscono in Lombardia, organizza eventi al fine di suggerire e promuovere i loro prodotti e servizi. Offre un servizio di assistenza bancaria attraverso la Banca Popolare di Puglia e Basilicata presente dal oltre 25 anni nel centro di Milano che guarda con riguardo i cittadini pugliesi, oltre a farsi sponsor delle attività dell’Associazione, compreso appunto il premio in questione. Un ringraziamento al Presidente Leonardo Patroni Griffi, al Direttore Mazza e collaboratori e alla responsabile della comunicazione su tutto il territorio nazionale Rossella Di Turi», sottolinea il Vicepresidente dott. Giuseppe Saracino, nonché Console della Repubblica di Lituania. Il logo ufficiale del Premio è un’immagine del faro di Santa Maria di Leuca che si erge sull’estremo promontorio di Puglia, de finibus terrae, che guarda a Oriente. La prestigiosa giuria del Premio, presieduta dal generale Camillo de Milato, vede, tra gli altri, la presenza dell’attore Gerardo Placido, di Giovanna Mavelia, segretario generale di Confcommercio Lombardia, Giovanni Fantasia, generale di divisione Esercito Italiano, Maria Luisa Motolese, consigliere della Corte dei Conti, Giuseppe Saracino, console HC della Repubblica di Lituania, Giacomo De Laurentis, direttore EEOP SDA Bocconi. Tra le personalità presenti nel Comitato d’onore del Premio ricordiamo, tra gli altri, Livia Pomodoro, ex presidente del Tribunale di Milano e attuale Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Brera, Angelo Maria Perrino, fondatore e direttore di Affari Italiani, Giancarlo Piccinni, presidente della Fondazione Don Tonino Bello, Fernando Cartenì, presidente del Premio Barocco, don Vincenzo Barbante, presidente della Fondazione Don Carlo Gnocchi. Il Premio “Ambasciatore di Terre di Puglia” è organizzato dall’Associazione Regionale Pugliesi di Milano in collaborazione con Banca popolare di Puglia e Basilicata e altri sponsor soci. La serata è stata condotta dalla giornalista Nicla Pastore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche