24 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 24 Gennaio 2022 alle 22:28:00

Cultura News

Natale francescano alla San Lorenzo. In mostra oltre trenta presepi

foto di Un presepe
Un presepe

Quest’anno i padri della Parrocchia di San Lorenzo da Brindisi hanno voluto dare un taglio tutto tradizionale e, al tempo stesso, francescano al Natale tarantino targato 2021. Per la prima volta, per iniziativa del parroco Padre Pietro e dell’Associazione parrocchiale “Santissimo Crocifisso” della stessa parrocchia di San Lorenzo, è stata inaugurata il 5 dicembre scorso una bellissima e interessantissima mostra di oltre 30 presepi di grande pregio dal punto di vista artistico e quindi anche culturale. La mostra potrà essere visitata fino al 6 gennaio 2022 quando si procederà alla estrazione dei biglietti della Lotteria. Tre fortunati vincitori porteranno a casa altrettanti presepi messi in palio dagli organizzatori. Tra questi dobbiamo ricordare l’Associazione “Vivere Betlemme” di Statte che è stata l’anima di questa iniziativa con ben 12 diorami. Il diorama è un presepe che si può apprezzare nei particolari soltanto avvicinando gli occhi; è come una “scatola” semi aperta, dotata di un vetro per poterne ammirare il contenuto.

Ma procediamo con ordine. Intanto gli organizzatori hanno fissato per venerdì 17 alle ore 19.30, nello stesso salone espositivo della mostra, una conferenza che sarà tenuta dal prof. Antonio Fornaro che racconterà ai presenti il Natale tarantino. Ritornando alla mostra dobbiamo dire che questa incanta perché all’inizio, sulla sinistra, sono esposti i lavori (letterine e presepi) realizzati dai ragazzi del Catechismo, ma c’è anche la presenza di due associazioni di volontariato per i diversamente abili con delle belle realizzazioni; alcune di queste rappresentano grandi bottiglie sulle quali sono stati poi realizzati disegni pittorici veramente di grande pregio. Subito dopo ci imbattiamo in due processioni che sono state realizzate dal bravo artista tarantino Pietro Solito, abitante a Lizzano ma a tutti gli effetti tarantino, che ci fa vedere, in maniera plastica a grandezza di oltre dieci centimetri, i vari personaggi che danno vita a queste due processioni. La prima è quella de “ ‘U Bammine curcate” che si svolgeva la notte di Natale fra il 24 e il 25 dicembre e che era organizzata dalla Confraternita della Santissima Trinità dei Pellegrini. Dietro alla culletta di Gesù Bambino ci sono i portatori della Confraternita della Immacolata che reggono le aste del cosiddetto Pallio. Segue la processione de “ ‘U Bammine all’Erte” alla quale partecipa la Confraternita del SS. Nome di Dio unitamente a 10 Confraternite della Città Antica compresa anche quella del Carmine. Seguono altri bellissimi e grandi presepi e al centro della mostra si trova una statua di Gesù Bambino e a grandezza d’uomo una statua di San Francesco d’Assisi che dona al Bambino deposto nella culla una sciarpa portata da Betlemme dal parroco Padre Pietro. Sulla destra invece ci sono 12 rappresentazioni di diorama. Invitiamo tutti i tarantini a visitare questa bellissima mostra che a nostro parere quest’anno, almeno fra le mostre presenti in città, sembra essere certamente una delle più belle e interessanti.

Antonio Fornaro
operatore culturale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche