19 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 18 Gennaio 2022 alle 22:48:00

Una ambulanza del 118
Una ambulanza del 118

È stato condannato a un anno e mezzo di reclusione, con la sospensione condizionale, il trentatreenne di origini pakistane ma residente a Mottola, che un anno fa, con una fatale invasione di corsia, provocò la morte dell’incolpevole Giuseppe Faravelli, 80 anni, di Palagianello: l’imputato ha patteggiato la pena in Tribunale a Taranto, davanti al Gup, Francesco Maccagnano. Il tragico sinistro si verificò il 10 novembre 2020, alle 8 del mattino, sulla Provinciale 26, che collega Mottola a Palagianello. Al termine delle indagini preliminari, il pubblico ministero, Maurizio Carbone, aveva chiesto il rinvio a giudizio del cittadino pakistano. Nell’udienza preliminare l’imputato aveva chiesto di patteggiare. Si è così arrivati alla sentenza di venerdì 17 dicembre. La moglie, i tre figli e i nipoti di Faravelli, per fare piena luce sui fatti e sulle responsabilità e ottenere giustizia, attraverso il consulente legale Luigi Cisonna, si sono affidati a Studio3A-Valore, società specializzata nel risarcimento danni, che si è a sua volta avvalsa della consulenza tecnica dell’ingegner Maurizio Scudella.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche