27 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 27 Gennaio 2022 alle 14:59:00

foto di Il Palazzo di Città di Statte
Il Palazzo di Città di Statte

STATTE – L’amministrazione comunale di Statte sta portando avanti una articolata ed importante azione di qualità per la tutela del territorio e del suo ambiente. Questa volta il focus è rivolto all’erogazione di incentivi comunali per la progettazione, la fornitura, istallazione di impianti solari fotovoltaici e per l’acquisto di autoveicoli elettrici ed ibridi e quindi a minore impatto ambientale. Cambiando la tua vecchia macchina i cittadini di Statte possono ottenere un contributo che arriva fino a 4.800 euro. Ugualmente gli impianti fotovoltaici dovranno essere istallati su edifici residenziali nel Comune e si arriva fino a 1.000 euro per ogni Kilowatt di potenza generata fino a 6.000 euro.

“Quello che noi stiamo facendo come amministrazione comunale di Statte – ha dichiarato il primo cittadino Francesco Andrioli – è uno sforzo diretto a migliorare con concretezza la sostenibilità del nostro territorio e di conseguenza la tutela dell’ambiente nel quale viviamo. Questi due bandi, che sono misure di erogazione di un sostegno economico diretto di una buona azione, sono solo due esempi di una politica attiva su questa sfida, che ci vede impegnati in uno sforzo a 360 gradi di riqualificazione, di monitoraggio e di rilancio della nostra cittadina.” Il sindaco Francesco Andrioli infatti sottolinea che queste due misure, che sono attive per il terzo anno consecutivo, sono in qualche modo una semplice vetrina di una azione amministrativa costante, qualificante di una nuova organizzazione del territorio, nella relazione con i cittadini ed a supporto della complessa opera di tutela dello sviluppo cittadino.Guardando nel dettaglio gli strumenti che Statte mette in campo vediamo che si tratta di un contributo a sportello che prevede: green car è possibile ottenere il contributo sia con la rottamazione che senza e si rivolge alle autovetture elettriche ed ibride che oggi rappresentano un valido strumento per mitigare l’impatto nell’ambiente. Tra i requisiti, oltre che essere in linea con il pagamento della TARI è necessario essere residenti a Statte da almeno 3 anni.

E’ un bando aperto e quindi non c’è una scadenza, come negli anni precedenti, ma è “a sportello”; è necessario depositare la richiesta all’ufficio protocollo scaricando il materiale dal sito web del Comune, oppure inviare una PEC sempre al Comune (comunestatte@ pec.rupar.puglia.it). Stesso approccio per il bando sui tetti fotovoltaici per i quali è prevista, come in quello green car l’avvenuto pagamento Tari per gli anni 2018 / 2019 / 2020 e ugualmente viene richiesta la residenza almeno da 3 anni. “Abbiamo mosso alcune scelte, modificando i termini della residenza e abrogando la scadenza – spiega l’assessore all’ambiente Angelo Miccoli – entrambe le misure sono diventate a sportello ed abbiamo agevolato i residenti. Centrale per la nostra cittadina è il tema della partecipazione e sostegno alle iniziative della sfida per migliorare l’ambiente nel quale viviamo. Statte sta consolidando il futuro delle sua visione dialogando con i suoi cittadini e promuovendo soluzioni concrete di aiuto”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche