22 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 22 Gennaio 2022 alle 08:52:00

foto di Via libera a Ferretti: gli yacht allo yard Belleli
Via libera a Ferretti: gli yacht allo yard Belleli

Ferretti viaggia verso lo sbarco a Taranto. Il gruppo leader mondiale nella progettazione, costruzione e vendita di yacht a motore e da diporto di lusso, con un portafoglio di otto marchi, un fatturato pari a oltre 800 milioni di euro e con circa 1.600 dipendenti, esprime infatti “soddisfazione per la ratifica del Cipess delle risorse sia nell’ambito del Contratto Istituzionale di Sviluppo di Taranto che per l’istallazione di un sito produttivo Ferretti Group nelle aree Ex Belleli”.

Insomma, per l’approdo della nuova attività sono caduti tutti gli ostacoli. Come si legge in una nota di Ferretti Group, “dopo la formalizzazione della domanda di accesso al contratto di sviluppo nazionale da parte di Ferretti Tech, interamente controllata da Ferretti spa, la delibera del Cipess rende ora possibile la realizzazione di un cantiere nautico di oltre 65.500 mq coperti su un’estensione totale dell’area di circa 220.000 mq, in grado di assicurare un impatto occupazionale diretto di oltre 200 addetti oltre alle ricadute positive sull’indotto del territorio”. «Grazie a quanto deliberato dal Cipess, oggi Ferretti Group può iniziare un percorso di investimenti a Taranto per sviluppare modelli, stampi, una divisione di ingegneria e un centro di ricerca e tecnologia avanzata su materiali quali carbonio e vetroresina – dichiara l’amministratore delegato del Gruppo Ferretti, Alberto Galassi –. Vogliamo fortemente essere in Puglia e contribuire al rilancio di un’ampia area industriale attraverso tecnologie e uomini in grado di imprimere una svolta positiva al modo di fare impresa d’eccellenza.

La Puglia ha industrie, imprenditoria, una mentalità operosa e noi non vediamo l’ora di fare la nostra parte ed essere attori di un nuovo corso per Taranto e l’intera Regione. Dobbiamo tanto all’impegno della Ministra per il Sud e la Coesione Territoriale Mara Carfagna che ha lavorato affinché il procedimento si concludesse positivamente e in tempi rapidi. Grazie anche all’insostituibile apporto del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e al sostegno del Governo sarà possibile realizzare un centro d’eccellenza che darà lavoro a decine di famiglie e riqualificherà un’area dalle grandissime potenzialità, in una posizione strategica tra i due mari sui quali insistono i nostri cantieri». «Grazie ai fondi stanziati dal Governo Conte II, ben 200 milioni di euro nell’ambito del Cis Taranto per il recupero dell’area ex Belleli e per attrarre l’investimento del Gruppo Ferretti, per la città si apre un nuovo capitolo. Il MoVimento 5 Stelle è riuscito a dimostrare che questa città può avere un futuro diverso da quello segnato esclusivamente dall’industria pesante» ha dichiarato in un comunicato stampa il sen. Mario Turco, Vicepresidente del M5s e già Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio e coordinatore del Cis Taranto nel Governo Conte II. Per la deputata di Forza Italia Vincenza Labriola «con l’ok del Cipess si pone fine alle polemiche create ad arte qualche settimana fa dal senatore Turco che accusava il ministro Carfagna di spostare le risorse destinate all’acquario green ai progetti propedeutici, proprio per agevolare l’insediamento del Gruppo Ferretti. Forza Italia preferisce azioni concrete volte alla riqualificazione e alla creazione di posti di lavoro. Alle polemiche rispondiamo con i fatti».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche