19 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 18 Gennaio 2022 alle 22:48:00

Cronaca News

Difesa, accordo per il nuovo contratto

foto di Antonello Ciavarelli, delegato Co.Ce.R MarinaGuardia Costiera con il ministro della Difesa Lorenzo Guerini
Antonello Ciavarelli, delegato Co.Ce.R MarinaGuardia Costiera con il ministro della Difesa Lorenzo Guerini

Nella mattinata del 23 dicembre, è stato sottoscritto dalle parti sociali (Co.Ce.R. e sindacati della Polizia ad ordinamento civile) e dai Ministri di riferimento, il contratto di lavoro 2018/2021. «Si tratta di un buon contratto per gli oltre 10.000 militari e Forze dell’ordine presenti nella città di Taranto – osserva Antonello Ciavarelli, delegato Co.Ce.R. Marina – Guardia Costiera – Gli aumenti per il personale del Comparto Sicurezza Difesa si aggirano attorno ai 120 euro medi lordi. In particolare per gli equipaggi delle navi è stata data molta attenzione.

Come le famiglie dei marinai sanno i sacrifici si sono moltiplicati esponenzialmente a causa della riduzione drastica di personale dovuta alla cosiddetta “legge Di Paola”. Per questo si è ritenuto aumentare sensibilmente l’indennità di fuori sede, senza dimenticare comunque il lavoro svolto dal personale logistico. Ciò è stato frutto del lavoro costruttivo svolto con i vertici militari anche aiutati dalle risorse aggiunte dalla “politica” durante la trattativa in forza del riconoscimento della “specificità” del Comparto Difesa/Sicurezza. Ho sottoscritto il contratto – conclude Ciavarelli – pensando ai sacrifici dei colleghi e delle loro famiglie, con la coscienza che meglio non si poteva fare e che “l’Ottimo è il nemico del bene”».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche