24 Gennaio 2022 - Ultimo aggiornamento il: 24 Gennaio 2022 alle 22:28:00

News Provincia di Taranto

Storia, luci e spade. Così a Mottola rivive Becket

foto di Storia, luci e spade. Così a Mottola rivive Becket
Storia, luci e spade. Così a Mottola rivive Becket

S toria, luci e spade. Thomas Becket rivive a Mottola. T Nella chiesa del Convento da ieri, 27 dicembre, arte immersiva per raccontare il Santo inglese. Dopo lo straordinario successo della precedente edizione, Mottola è pronta ad illuminarsi con le suggestioni di Thomas Becket AD 1170. La cittadina in provincia di Taranto, anche quest’anno, omaggia il suo Santo patrono con un’iniziativa senza precedenti. Luci, suoni, narrazioni e grafica digitale nell’Immersive Art Experience. D. ieri, 27 dicembre e sino al 9 gennaio, dalle ore 18:00 alle ore 22:00 nella Chiesa del Convento a Mottola (in via Vito Sansonetti 41) sarà possibile assistere ad una combinazione unica e imperdibile di arte iconica e animazione digitale per vivere un’esperienza indimenticabile che catturerà il cuore, affascinerà la mente e ispirerà l’immaginazione. “History, Light & Sword” il tema scelto per questa edizione che, ancora una volta, regalerà grandi emozioni grazie alla tecnologia in grado di conquistare tutti i sensi. Il progetto, vincitore del bando per le rievocazioni storiche del ministero della Cultura, è a cura dell’associazioneGli Araldi di San Tommaso Becket con la collaborazione del comune di Mottola. Regia Antonio Minelli, parte tecnica affidata a Full Service di Luigi Nardelli. Il percorso immersivo è visitabile gratuitamente, previa prenotazione sul sito www.becket1170.it.

Si accede solo con mascherina, a piccoli gruppi e muniti di green pass. Il progetto è realizzato nel rispetto della normativa anti- Covid. La storia: è il 29 dicembre 1170: l’arcivescovo Thomas Becket viene ucciso nella sua cattedrale di Canterbury da quattro sicari del re Enrico II. La sua colpa fu aver difeso l’autonomia della Chiesa contro quella del regno. Tre anni dopo verrà canonizzato. Durante le Crociate verso la Terra Santa, le sue gesta ebbero eco anche nella zona di Mottola. Qui era vivo il ricordo della sorte del vescovo Alimberto che, alla testa di una processione, andò incontro ai soldati di Muarcaldo, cancelliere del principe Boemondo di Taranto, e venne trucidato per difendere il suo popolo. Il suo successore decide di designare a protezione del paese un nuovo santo, un ecclesiastico coraggioso al pari di Alimberto: Tommaso Becket, vescovo di Canterbury.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Ti potrebbero interessare anche